Conflitto sociale legale/Sostenibilità della gestione finanziaria

2 - Sistemi pensionistici pubblici

La sostenibilità della gestione finanziaria di un sistema pensionistico pubblico senza patrimonio di previdenza detta anche stabilità della gestione previdenziale o assicurazione dell'equilibrio finanziario delle gestioni per un numero predefinito di anni è una modalità di valutare la gestione dei sistemi pensionistici pubblici senza patrimonio di previdenza.

Tale valutazione viene effettuata tramite la redazione di un bilancio tecnico attuariale sulla base di una serie di ipotesi di sviluppo economico e demografico.

Quando queste valutazioni sono sviluppate per un lungo arco temporale di decenni, la probabilità che tutte le ipotesi si avverino è praticamente nulla.

Pertanto valutare con il bilancio tecnico attuariale la sostenibilità a 50 anni di una cassa di previdenza è un esercizio puramente teorico senza risvolti pratici circa la garanzia che possano avverarsi le elaborazioni prospettate.

Nella realtà la sostenibilità non esiste, non è mai esistita e mai esisterà per il semplice motivo che la spesa pensionistica pubblica di un sistema pensionistico a redistribuzione dei tributi, essendo senza patrimonio di previdenza è legata alle entrate del bilancio dello Stato.

Le entrate sono una variabile aleatoria in quanto influenzata dal ciclo economico, dalla occupazione, dalla disoccupazione, dalla demografia, dal debito pubblico, dalle politiche fiscali del governo di turno e di conseguenza i sistemi pensionistici vengono continuamente riformati per seguire tali oscillazioni, cambiando le regole per accedere al pensionamento e l'entità della durata del pensionamento.

Anche le gestioni autonome sono influenzate dagli stessi parametri con l'aggravante che più le casse sono riferite ad un nucleo ristretto di lavoratori più queste variabili possono oscillare fino a determinare squilibri gestionali tali che le casse vengono riassorbite da un ente statale più grande, nel caso italiano dall'INPS che nel 2016 già gestiva il 95% dei lavoratori e il 98% dei contributi previdenziali.



2 - Sistemi pensionistici pubblici