Parametri di classificazione dei sistemi pensionistici

    Da const.
    Versione del 16 nov 2018 alle 11:03 di Paolo C (discussione | contributi) (Creata pagina con "<!--{{capitolo |Libro=Conflitto sociale legale |NomeLibro=Conflitto sociale legale |CapitoloPrecedente=I principi economici dei sistemi pensionistici |NomePaginaCapitoloPreced...")
    (diff) ← Versione meno recente | Versione attuale (diff) | Versione più recente → (diff)

    < Indice >

    < prec > < succ >

    < 1 - Sistemi pensionistici >


    Classificazione[modifica | modifica sorgente]

    I sistemi pensionistici possono essere organizzati in molteplici modi e si distinguono per i seguenti aspetti:

    • Natura giuridica dei sistemi pensionistici;
    • Persona giuridica delle istituzioni previdenziali;
    • Tipo di partecipazione;
    • Tipo di tutele gestite;
    • Tipo di prestazioni previdenziali;
    • Modalità di finanziamento;
    • Modalità di gestione finanziaria;
    • Modalità di calcolo del tipo di prestazione previdenziale;
    • Modalità di variazione della promessa pensionistica;
    • Gestione dei rischi.

    Natura giuridica dei sistemi pensionistici[modifica | modifica sorgente]

    I sistemi pensionistici si distinguono in:

    • sistemi pensionistici di diritto pubblico quando sono istituiti per un interesse pubblico e forniscono un servizio pubblico;
    • sistemi pensionistici di diritto privato quando sono istituti per soddisfare degli interessi privati.


    Persona giuridica delle istituzioni previdenziali[modifica | modifica sorgente]

    I sistemi pensionistici possono essere gestiti da:

    • amministrazioni pubbliche (che possono essere enti pubblici o essere fondazioni o associazioni senza scopo di lucro e con persona giuridica privata);
    • società con persona giuridica privata con o senza scopo di lucro.

    Tipo di partecipazione ai sistemi pensionistici[modifica | modifica sorgente]

    • Obbligatoria;
    • Volontaria.

    Tipo di tutele gestite[modifica | modifica sorgente]

    Tipo di prestazioni previdenziali[modifica | modifica sorgente]

    • Prestazione economica pensioni
    • Prestazione in natura

    Modalità di finanziamento[modifica | modifica sorgente]

    Modalità di gestione finanziaria[modifica | modifica sorgente]

    Modalità di calcolo delle pensioni di vecchiaia[modifica | modifica sorgente]

    Modalità di variazione della promessa pensionistica[modifica | modifica sorgente]

    • Ammessa
    • Non ammessa

    Modalità di estinzione dell'ente gestore[modifica | modifica sorgente]

    • Liquidazione
    • Fallimento

    Rischio economico[modifica | modifica sorgente]

    Il rischio economico[1] può essere:

    • A carico dell'ente gestore
    • A carico dell'iscritto

    Rischio demografico[modifica | modifica sorgente]

    Il rischio demografico[1] può essere:

    • Esistente
      • A carico dell'ente gestore
      • A carico dell'iscritto
    • Inesistente

    Rischio politico[modifica | modifica sorgente]

    Il rischio politico[2] può essere:

    • A carico dell'ente gestore
    • A carico dell'iscritto

    Gli schemi pensionistici[modifica | modifica sorgente]

    Gli schemi pensionistici derivano da una combinazione di queste caratteristiche:

    • Formula di calcolo delle rendite pensionistiche
      • schema pensionistico a rendite definite
      • schema pensionistico a contributi definiti
    • Collettività che ricevono il servizio
      • Lavoratori
      • Cittadini
    • Gestione del servizio
      • Pubblico
      • Privato
    • Tipologia del servizio
      • Pubblico (sempre obbligatorio)
      • Privato
        • Obbligatorio
        • Volontario

    Nel dibattito politico culturale sono in uso acronimi che derivano dalla lingua inglese. Non sempre la traduzione italiana è completa e descrittiva dei medesimi parametri.

    • NDC Pension Scheme Nonfinancial (notional) Defined Contribution Pension Scheme

    Gli schemi pensionistici in Italia[modifica | modifica sorgente]

    Classificazione secondo World Bank Primo pilastro Terzo pilastro (a)
    Normativa di base Diritto pubblico Diritto privato
    Interesse Interesse pubblico Interesse privato
    Rapporto giuridico Contratto sociale Contratto assicurativo
    Rapporto sinallagmatico prestazioni pagamenti Assente Presente
    Servizio Servizio_pubblico] Obbligazione
    Gestione finanziaria Pubblico a redistribuzione dei tributi (Unfunded) Con patrimonio di previdenza (Funded)
    Tipo di finanziamento Imposte Risparmio
    Tipo di remunerazione Crescita economica Remunerazione del capitale (Interessi e Plusvalenze)
    Principio economico-politico Sistema pensionistico pubblico a redistribuzione dei tributi Principio della capitalizzazione integrale
    Campo di analisi Macroeconomia Microeconomia
    Equilibrio finanziario Sostenibilità fiscale Patrimonio di previdenza
    Partecipazione Obbligatoria Volontaria
    Ente gestore Amministrazione pubblica Amministrazione pubblica, Società, Associazione e Fondazione
    Persona giuridica ente gestore Pubblica o privata Pubblica o privata
    Determinazione della rendita Formula della rendita predefinita Formula della rendita predefinita
    Rischio demografico A carico dell'ente fino a quando non diventa rischio politico Assente
    Rischio economico A carico del partecipante (b) (Legato alla crescita economica) A carico del partecipante (Legato alla gestione del patrimonio)
    Rischio politico A carico del partecipante (Legato alla sostenibilità fiscale) A carico del partecipante (Legato alla sostenibilità fiscale)
    Rischio di longevità individuale A carico dell'ente A carico dell'ente
    Rischio di longevità collettivo A carico dell'ente A carico dell'ente
    Redistribuzione intergenerazionale A carico dell'ente Assente
    Redistribuzione intragenerazionale A carico dell'ente Assente

    (a) In Italia il secondo pilastro della previdenza non è stato implementato

    (b) A seguito della riforma delle pensioni Fornero

    I sistemi pensionistici nel mondo[modifica | modifica sorgente]

    1 - Sistemi pensionistici

    Note[modifica | modifica sorgente]

    1. 1,0 1,1 Professione Finanza 17/09/2014,  In questo modo rischio economico (l’economia cresce poco) e rischio demografico (la popolazione invecchia rapidamente) sono a carico del lavoratore attraverso il ridimensionamento delle rendite che sono liquidate se gli eventi negativi per il sistema pensionistico prima menzionati si materializzano.
    2. Professione Finanza 17/09/2014, A questo obiettivo va aggiunto il fatto che un sistema pensionistico a ripartizione di fronte a un incremento del tasso di dipendenza degli anziani che renda politicamente insopportabile il peso sulle spalle delle persone attive possa subire ulteriori modificazioni peggiorative rispetto a quelle attuali. L’analisi di questo rischio politico rileva due aspetti, quello economico e quello più strettamente politico.

    Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

    Libri[modifica | modifica sorgente]

    Leggi[modifica | modifica sorgente]

    Web[modifica | modifica sorgente]

    News[modifica | modifica sorgente]


    1 - Sistemi pensionistici