20200112 Dichiarazione di guerra culturale

Da const.
Jump to navigation Jump to search



< Indice >

< prec > < succ >

< prec ind> < succ ind>

< Glossario del conflitto sociale >


25 - Guerra culturale (indice)


Dichiarazione di guerra culturale agli imbecilli indotti inconsapevoli.


Oggi 12 gennaio 2020, il sottoscritto Mario Paolo Rossi dichiara ufficialmente guerra culturale agli imbecilli indotti inconsapevoli.

La dichiarazione di guerra non è altro che la ufficializzazione del conflitto sociale legale che gli imbecilli indotti inconsapevoli portano avanti da decenni contro di me.

Anche io ho combattuto contro i miei interessi, da perfetto imbecille indotto inconsapevole, fin quando ho realizzato di vivere nella distopia reale, ho superato la dissonanza cognitiva ed ho scoperto il regime imbecillocratico.

Perché ufficializzare una situazione di fatto che va avanti da decenni?

È come per la seconda guerra mondiale. Le ostilità le hanno iniziate Hitler e il Giappone, ma la guerra l'hanno dichiarata Regno Unito, Francia e Stati Uniti, a sottolineare che il fatto compiuto non è più tollerato.

Vi è poi un altro fatto, il libbrone è diventato un'arma di distruzione di massa di imbecilli indotti inconsapevoli, nel senso che Google ha preso in automatico le definizioni in esso contenute, per dare un significato ai termini usati dagli imbecillocrati nella truffa semantica alla base della costruzione della verità funzionale a gestire la spoliazione legale ossia arrivare alla approvazione di una legge di spoliazione legale, strumento su cui si regge il regime imbecillocratico.

Significa che la tecnologia ha fatto un salto da gigante, mettendo a disposizione gratuitamente gli strumenti con cui una singola persona può confrontarsi alla pari, e vincere, il conflitto culturale.

Mentre fino ad ora, con la radio, la tv ed i giornali, servivano immensi capitali per poter coltivare gli imbecilli indotti inconsapevoli, con le nuove tecnologie, ciò non è più vero.

Alcuni esempi.

Provate a fare la ricerca di

Glossario della previdenza sociale,

Contributi previdenziali obbligatori,

Spoliazione legale,

Regime imbecillocratico

ecc. ecc.

Ho visto che tale ricerca spesso porta al primo posto il libbrone.

Il conflitto sociale, prima che economico è culturale, ma come posso combattere il commercialista imbecille indotto inconsapevole se anche Wikipedia lo bombarda di fake news?

Questa wiki ossia la wiki ospitata nei server americani, ha esattamente le stesse capacità di Wikipedia italiana.

La differenza è nel controllo.

Wikipedia è controllata, i contenuti ritenuti divisivi vengono rimossi sistematicamente.

Non è una enciclopedia libera, ed infatti mi è vietato intervenire.

Mi avevano fatto spostare su Wikibooks ma anche li sono stato eliminato.

Gli argomenti erano trattati in modo diverso alle regole della comunità.

Ora, in questa wiki chiunque può intervenire, ma ancora non è intervenuto nessuno.

La guerra culturale, me la faccio da solo, non importa, ho lo strumento di distruzione di massa degli imbecilli indotti inconsapevoli.

Va ribadito il motivo fondamentale di questa dichiarazione di guerra.

Non è una azione offensiva verso degli inermi, ma è una azione difensiva verso chi da sempre mi saccheggia, poi se ciò è conseguenza dell'auto saccheggio, in questa fase è ininfluente.

Nell'Arte della guerra si spiega che come primo punto si deve individuare chi è il nemico. L' imbecille indotto inconsapevole lo è.

Se l'imbecille indotto inconsapevole studia il libbrone, si può assegnare da solo la patente da imbecille indotto consapevole e smettere sia di farsi la guerra culturale da solo, ripetendo a pappagallo le puttanate dell'élite della spoliazione legale, che di farmela.

La guerra culturale può riguardare due campi, le discipline volontarie e le scienze assolute.

Nel libbrone è spiegato come si svolge il conflitto sociale legale nel regime imbecillocratico.

Collegamenti[modifica | modifica sorgente]

25 - Guerra culturale (indice)

< Indice >