20200909 Gli imbecilli indotti inconsapevoli col glossario del nemico

Da const.
Jump to navigation Jump to search


< Indice >

< prec > < succ >

< prec ind> < succ ind>

< Glossario del conflitto sociale >

25 - Guerra culturale (indice)



«Insultare la gentaglia non è una colpa, ma un servizio che si rende alla gente onesta. »

(I cavalieri, vv. 1274-1279) Aristofane


Per capire la disinformazione devi essere più informato del disinformatore.


Il sapere non è fatto per comprendere, è fatto per prendere posizione.




Per anni ho perso tempo con molti pseudo rivoluzionari che si battevano e battono contro il sistema previdenziale dei liberi professionisti spiegando con le sentenze, la Costituzione, le leggi e mettendo tutto per iscritto.

Nessuno ci ha mai capito niente e continuano a credere a Nunzio Luciano o Alberto Oliveti quando parlano di casse private o privatizzate.

Tipico caso dell'uso del termine "privato" quello della manifestazione del 4 settembre 2020 degli avvocati, degli autonomi del 16 settembre, oppure il nome del gruppo Facebook "Professionisti iscritti alle Casse private / privatizzate".

Poi ci sono quelli che mi rimandano al sito AdEPP o infine Concetta Ferrari che scrive su carta intestata del Ministero del Lavoro, che sono casse private.


Oggi scorro il bilancio consuntivo di CIPAG, cassa dei geometri e trovo che dal 2014 si definiscono Amministrazioni Pubbliche .



Pag. 164 bilancio consuntivo cipag 2017

Bilancio Consuntivo Esercizio 2017 164 RAPPORTO SUI RISULTATI DI BILANCIO REDATTO IN CONFORMITA’ ALLE LINEE GUIDA GENERALI DEFINITE DAL DPCM DEL 18/09/12 Gli articoli 19-23 del D.Lgs. 31 maggio 2011 n. 91 (Disposizioni recanti attuazione dell’articolo 2 della legge 31 dicembre 2009, n. 196, in materia di adeguamento ed armonizzazione dei sistemi contabili) stabiliscono che contestualmente al bilancio di previsione e al bilancio consuntivo le amm.ni pubbliche (di cui all’articolo 1 comma 2 della L. 31 dicembre 2009 n. 196) presentano un documento denominato “Piano degli indicatori e risultati attesi di bilancio” che illustra il contenuto di ciascun programma di spesa ed espone informazioni relative ai principali obiettivi da realizzare, riportando gli indicatori individuati per quantifi care tali obiettivi nonché la misurazione annuale degli stessi indicatori per monitorare i risultati conseguiti. Il Piano illustra le fi nalità perseguite attraverso i programmi e per ciascuno di essi fornisce la descrizione degli obiettivi, l’arco temporale di riferimento e uno o più indicatori di risultato per i quali vengono descritti la defi nizione tecnica, la fonte del dato, la formula applicata, il valore obiettivo e il valore eff ettivamente osservato. Alla fi ne di ciascun esercizio fi nanziario e in accompagnamento al bilancio consuntivo, il Piano è integrato con le risultanze osservate in termini di raggiungimento dei risultati attesi (art 5 c. 3 lettera b) DM 27/03/13). Il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri emanato in data 18 settembre 2012 ha defi nito le linee guida generali per l’individuazione dei criteri e delle metodologie per la costruzione del piano L’art. 4 del DPCM indica gli elementi del piano: programmi di spesa, obiettivi, portatori di interesse (cittadini, utenti, contribuenti), i centri di responsabilità ai quali è attribuito il perseguimento dell’obiettivo, il numero di indicatori, i “valori target” degli indicatori (risultati attesi), i valori a consuntivo degli indicatori, le risorse fi nanziarie, la fonte dei dati e l’unità di misura. Nell’aggiornamento al bilancio di previsione 2017 sono stati inseriti tre piani degli indicatori riferiti ai tre programmi di spesa individuati dai Dicasteri nella nota del 22 ottobre 2014. In sede di consuntivo si dà evidenza dei valori degli indicatori rispetto ai “valori target”.


A questo punto, comunico al geometra già avvisato a suo tempo, la scoperta.

Subito si attiva con i manifestanti contro le Casse private.

Aggiungo che non sono affidabili in quanto non ragionano con la loro testa, ma solo con le carte di chi gli insegna l'ignoranza istruita.


Questo è il risultato della creazione della distopia reale da parte della coppia Ciampi Berlusconi con i dlgs del 1993 e 1994.

Hanno rincoglionito un milione e settecento mila liberi professionisti .

Distrutto l'amministrazione pubblica.

Gli imbecilli indotti inconsapevoli vogliono fare il conflitto sociale legale con il glossario del nemico.


Ecco cosa intendo con guerra culturale agli imbecilli indotti inconsapevoli, il ribaltamento totale di tutti i concetti usati in tutti i documenti ufficiali, i giornali, le leggi, le sentenze.

Per uscire dalla distopia reale perché l'imbecille indotto inconsapevole è molto pericoloso.



Buonanotte.

Collegamenti[modifica | modifica sorgente]

*Regolamento investimenti


25 - Guerra culturale (indice)


< Glossario del conflitto sociale >

Indice