Alberto Oliveti

Da const.



< Indice >

< prec > < succ >

< prec ind> < succ ind>

< Coltivatori >




Lettere =[modifica | modifica sorgente]

IL GALLO HA FATTO CHICCHIRICHÌ

  • * *

Gentile Direttore, in qualità di presidente dell’Enpam devo esprimere una granitica contrarietà verso chi vorrebbe far passare i convenzionati alla dipendenza. Perché se si interrompesse il più importante flusso contributivo verso l’Ente, affonderebbe l’intero sistema pensionistico dei medici e degli odontoiatri.

Fatta questa premessa, doverosa per onestà intellettuale, sono contrario anche ideologicamente al passaggio alla dipendenza dei medici convenzionati sul territorio.

La prossimità dell’assistenza, quella che in questo frangente pandemico è auspicata da tutti – a cominciare da Draghi – vive del rapporto di fiducia con il medico scelto. L'assistenza territoriale è centrata sul rapporto di fiducia con un medico convenzionato che viene scelto dal cittadino e che nell'ambito del servizio sanitario nazionale eroga prestazioni e servizi a un costo prefissato.

Per l’efficacia della valutazione e delle decisioni, è fondamentale la flessibilità del rapporto fiduciario. La convenzione col singolo medico, com’è ben scritto nell’accordo collettivo nazionale dell’assistenza primaria, tutela e valorizza questo rapporto tra il medico e il paziente.


La dipendenza invece prescinde dal rapporto di fiducia, anzi lo minimizza. Infatti quando si pensa a prestazioni rese da professionisti subordinati, si fa come se per il paziente, un medico purché qualificato valga l’altro.

In altre parole, abbandonare la convenzione statalizzando i medici vuol dire sostanzialmente eliminare il loro rapporto fiduciario con la gente.

Io lo dico chiaramente: dissento da coloro che sostengono che, per riformare il territorio, si debba passare alla dipendenza, perché dimostrano di non conoscere la realtà.

A questi, che spesso per avvalorare le loro teorie dicono che i convenzionati non visitano o non si fanno trovare, vorrei fare una domanda: come mai quasi la metà dei colleghi caduti per Covid sono medici di famiglia?

Alberto Oliveti Presidente Fondazione Enpam

https://www.quotidianosanita.it/lettere-al-direttore/articolo.php?articolo_id=94033


Dialoghi[modifica | modifica sorgente]

2022 04 07[modifica | modifica sorgente]

LA DOTTRINA OLIVETI se vi va bene avete trovato il vostro futuro pensionistico : il Presidente dell’ADEPP ha così dichiarato: “Per poter investire al meglio però alle casse previdenziali private deve essere garantita piena autonomia nell’utilizzo dei propri fondi, magari rivedendo gli anacronistici cinquant’anni di sostenibilità imposti dalla legge, eliminando la pesante doppia tassazione che ci viene applicata, contenendo la volatilità legislativa e riducendo l’eccesso di controllo e vigilanza esercitato”. Intervenendo poi sul tema della sostenibilità degli investimenti messi in campo: “Le casse aderenti all’Adepp fanno ormai da tempo investimenti che si ispirano ai criteri di responsabilità previsti dall’approccio Esg. Esiste a monte però un problema più rilevante: noi incassiamo contributi dai nostri iscritti per poi pagare, con un tempo differito, delle pensioni. Per fare ciò dobbiamo quindi fare investimenti che siano il più possibile prudenti, tempestivi e lungimiranti. Tenendo anche presente che nel 2021 la sola Enpam ha versato allo Stato ben 250 milioni di euro di tasse relativi al 2020, cioè l’anno durante il quale i medici e gli odontoiatri hanno svolto la loro attività fronteggiando gli aspetti più duri della pandemia”. In questo tempo di crisi le casse previdenziali private chiedono allora tre cose: “Innanzitutto la definizione del giudice di competenza, visto che attualmente la giurisprudenza prevede alternativamente interventi di giudici ordinari, amministrativi o contabili. In secondo luogo, l’esonero dal codice degli appalti, che prevede strettoie per noi insostenibili. Infine che non si faccia un uso distorto della nostra inclusione a fini statistici nell’elenco Istat, che ci assimila all’amministrazione pubblica, come nel caso dell’applicazione delle norme sulla spending review”.

Notate che Alberto Oliveti parla sempre di sostenibilità , autonomia, ... ma evita come la peste l'accoppiata "pensione adeguata"/"pensioni adeguate". ------ perche'❓🤔 ---- Perché non dice che tutti gli iscritti avranno una pensione adeguata❓🙄 (trecento euro non lo sono ) Di sicuro non si spertica neppure per parlare di "debito implicito" delle Casse aggregate che a mezzo Adepp presiede da un pezzo. Complimenti al pensionato Oliveti. Ed un bacione ai giurassici malagnini che appestano le gestioni previdenziali "pubbliche" che tutt'oggi gli Oliveti cercano di spacciare per private 🙄

* * *

Gentile Collega,

l’utile di un miliardo e duecento milioni è la garanzia in tasca che oggi un giovane di 18 anni, potenziale futuro medico o dentista, potrà godere della pensione a 68 anni. Questo vincolo in termini tecnici si chiama sostenibilità del sistema e per gli enti privatizzati come l’Enpam la legge ha imposto che fosse garantito per un arco temporale di 50 anni (che, a voler trovare una coincidenza, è il tempo che occorre per arrivare da 18 a 68 anni).

In base a questa regola, dettata dalla legge, non possiamo utilizzare il patrimonio per aumentare le pensioni o ridurre i contributi, come alcuni colleghi chiedono, proprio perché la nostra garanzia di sostenibilità si fonda sul patrimonio, che è il frutto dei contributi accantonati e investiti, per assicurare la tenuta del sistema nel tempo.

In ogni momento, nell’arco del mezzo secolo futuro, dobbiamo cioè dimostrare di avere da parte un patrimonio pari ad almeno 5 volte l’ammontare delle pensioni pagate nell’anno. Se dunque, come in questo momento, tanti stanno andando in pensione e la spesa aumenta, per restare in equilibrio dobbiamo usare gli utili per portare le riserve ai livelli minimi richiesti.

Ciò detto mi chiedo se abbia ancora senso, in questo momento storico in cui dobbiamo conciliare il sostegno per gli iscritti anche nell’emergenza con la sostenibilità di lungo periodo, pensare al patrimonio solo come a una provvista di contributi che dobbiamo tenere in dispensa ma che non possiamo toccare.

Inoltre in un’epoca in cui i cambiamenti di scenari sono tanto repentini quanto dirompenti, basti pensare a quanto accaduto con la pandemia, un obiettivo di sostenibilità che impone una previsione temporale di cinquant’anni è un vincolo anacronistico che rischia di diventare un limite.

L’Enpam sta lavorando perché il patto tra generazioni possa essere rivisto come uno scambio di sostegno tra professionisti attraverso nuove regole.

Vorremmo poter disporre di una quota delle risorse patrimoniali per poter dare maggiori prestazioni agli iscritti non solo nel momento del bisogno, ma anche per le esigenze professionali e personali durante la vita lavorativa.


Alberto Oliveti Presidente Fondazione Enpam


Xxxx Il Presidente ISTAT, dal momento che riceve Pensione perde il compenso previsto di 240.000 euro come da regolamento pur continuando a svolgere il suo incarico.Il Presidente Enpam perderà il compenso di 630.000 euro annui ora che è pensionato? E gli altri Presidenti?

https://www.ansa.it/professioni/notizie/casse_previdenza/2020/07/22/dl-semplificazioni-adepp-vigili-su-norma-codice-appalti_23417031-5764-4b1e-bc61-ab52468b3f43.html


2020 09 23[modifica | modifica sorgente]

Sostenibilità a 50 anni anacronistica

https://www.anmvioggi.it/in-evidenza/70074-casse-risposte-sui-contributi-via-la-sostenibilita-a-50-anni.html

2020 08 18[modifica | modifica sorgente]

La bugia è la maschera del furfante o del paracu...biiippp!..lo?

  • * *

“(…) a noi sta il compito di cercare di rendere prioritario il fatto che una buona economia deve avere a fianco una buona Etica. E quindi nel campo nostro specifico la scienza e la coscienza sono ingredienti indispensabili affinché l’economia sia una economia correttamente riferita ad una redistribuzione sociale degli utili e a una corretta attenzione di ciò che va nell’interesse della collettività e ciò che nella collettività non va di interesse.” - Alberto Oliveti, Quotidiano Sanità 19/09/2019

https://www.facebook.com/ulisso/videos/10222020191604102/

  1. LaCassaracconta
  1. dilloanunzioluciano
  1. lavvocaturaèavvelenata
  1. consiglionazionaleforense #radiomaria #giallozafferano #ikea #codicedeontologicoforense #laleggepertutti #studiocataldi #enpam #LuigiDiMaio #amici #piazzapulita #matteosalvini #SergioPuglia #domenicalive #roccosiffredi #amazon #cnf #Movimento5Stelle #albertooliveti #VaglioMagazine #ItalicaService #Mef #cfnews #avvocati #cassaforense


2020 08 17[modifica | modifica sorgente]

https://www.adepp.info/2020/07/puglia-un-tavolo-di-confronto-per-lavorare-insieme-oliveti-eliminare-le-discriminazioni/




"[3] Lo Stato garantisce la previdenza a 22 mln di cittadini attraverso l'ente di diritto pubblico INPS, con 1 Presidente, 1 vicepresidente coadiuvato da un CIV (22 membri di cui 7 a titolo gratuito). Il Presidente dell’INPS, che ha in carico le pensioni 22 milioni di cittadini e la gestione di migliaia di dipendenti, ha un emolumento di poco superiore ai 102.000 €/annui. Si prenda ad esempio l’ENPAM, emblematica per numero di iscritti e per entità degli emolumenti dei suoi amministratori. L’ENPAM per amministrare 375.000 medici ha un Consiglio di Amministrazione che, dall’anno 2016, comprende 16 Consiglieri che, ancora fino al 2015, erano ben 26. Ha inoltre un organo analogo al CIV dell’INPS composto da ben 167 componenti (l’INARCASSA ne ha addirittura 230). A titolo esemplificativo si riporta il paragone degli emolumenti di alcune alte cariche dello stato, della Finanza internazionale e del Presidente dell’ENPAM. PRESIDENTE ENPAM: € 650.000 nel 2015 (ALBERTO OLIVETI (350 mila iscritti); PRESIDENTE DELLA BANCA CENTRALE EUROPEA: € 375.000 (MARIO DRAGHI già Governatore della banca d’Italia, Direttore generale del Ministero del Tesoro, Vice Chairman e Managing Director di Goldman Sachs, Vice Chairman of the Board of Governors of the Federal Reserve System) PRESIDENTE DELLA FEDERAL RESERVE: € 346.000 (JANET YELLEN amministra le finanze di 319 milioni di americani). 1° PRESIDENTE DI CASSAZIONE, € 293.658; PRESIDENTE U.S., € 254.120 (400mila dollari); PRESIDENTE REPUBBLICA ITALIANA, € 253.23; PRESIDENTE CAMERA, € 196.80; SEGRETARIO GENERALE ONU, € 165.83; PRESIDENTE CONSIGLIO ITALIANO, € 114.70; PRESIDENTE dell’INPS, come sopra anticipato, € 102.790 (amministra pensioni di 22 milioni di italiani); Le alte cariche e i manager di Stato (oltre a essere specialisti di settore) percepiscono emolumenti in funzione di un’attività che svolgono a tempo pieno. Gli Amministratori delle Casse pseudo privatizzate, invece, svolgono questo ruolo in part-time, continuando a espletare la loro attività professionale. Per “far quadrare” i conti, il Consiglio di Amministrazione dell’ENPAM ha imposto sacrifici ai medici e, con l’approvazione “democratica” dell’acquiescente Consiglio Nazionale, ha fatto la cosa più ovvia e banale: ha aumentato le entrate e ha diminuito le uscite. In quale modo? - aumentando le aliquote contributive; - aumentando l’età pensionabile (di ben 3 anni, da 65 a 68 anni d’età); - diminuendo i rendimenti. Sempre in virtù dell’autonomia, senza alcuna plausibile motivazione (neanche quella dell’inflazione), i vertici dell’ENPAM, per esempio, si sono aumentati i già sostanziosi emolumenti mentre, da almeno 10 anni, non vi è stato alcun incremento retributivo per i medici dipendenti e per i medici convenzionati, né vi è stato alcun aumento delle pensioni erogate dall’ENPAM. I notevoli incrementi degli emolumenti che si sono attribuiti gli amministratori Enpam non trovano alcuna giustificazione neanche con l’inflazione. L’inflazione, dal 1992 al 2018, è stata del 71,3%. Vediamo cosa ha comportato in ENPAM: - Il gettone, che nel 1992 era di 41.780 €, avrebbe dovuto essere, nel 2018, di 70 €; è stato invece di 1.400,00 €, con un incremento quindi del 3.315%; - Il compenso del Presidente, che nel 1992 era di 34.780 €, avrebbe dovuto essere, nel 2018, di 59,580 €; è stato invece di 649.908,00 €, con un incremento quindi del 1.769%; - I compensi della Presidenza, che nel 1992 erano di 51.878 €, avrebbero dovuto essere, nel 2018, di 88.869,580 €; sono stati invece di 818.700,00 €, con un incremento quindi del 1.478%; - I compensi degli Organi Statutari, che nel 1992 erano di 285.000 €, avrebbero dovuto essere, nel 2018, di 488.220,74 €; sono stati invece di 3.782.308,00 €, con un incremento quindi del 1.227%; - I compensi dei Revisori, che nel 1999 erano di 99.987 €, avrebbero dovuto essere, nel 2018, di 137.343,81 €; sono stati invece di 820.080,00 €, con un incremento quindi del 720%. Alla faccia dell’Etica quando puoi cantartela e suonartela con una cerchia di fedelissimi e ben protetto dal peggio della politica e da funzionari dello Stato infedeli. Seguono allegati:" - cit.

https://www.enpam.it/2020/galvano-vicepresidente-vicario-completata-la-nuova-squadra-enpam/

2020 08 03[modifica | modifica sorgente]

dite ad Alberto Oliveti che il Codice dei contratti pubblici si applica alle Casse previdenziali "sempre e comunque". Inutile pertanto sparare panzane in ogni dove sul c.d. Regolamento degli investimenti. Il silenzio di Concetta Ferrari e' inquietante

Documenti[modifica | modifica sorgente]

https://www.ilfattoquotidiano.it/2020/12/16/enpam-gruppi-di-medici-contro-i-super-compensi-dei-vertici-il-clima-si-fa-caldo/6038368/


Ancora utili[modifica | modifica sorgente]

https://www.ordinedeimedici.cb.it/professione/fisco-e-previdenza/alberto-oliveti-riconfermato-alla-guida-dellenpam-tutti-i-nomi-dei-neo-eletti/#:~:text=In%20quest'arco%20di%20tempo,dall'emergenza%20Covid%2D19.

2020 07 28[modifica | modifica sorgente]

https://www.sanitainformazione.it/lavoro/enpam-alberto-oliveti/

https://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/albertino-millepoltrone-come-fa-presidente-fondazione-enpam-82090.htm


https://rcssalute.it/articolo/2536/alberto-oliveti-presidente-enpam-e-il-caso-dello-stipendio-da-record-che-non-sussiste


https://www.senigallianotizie.it/argomenti/alberto-oliveti


https://www.sanitainformazione.it/lavoro/enpam-alberto-oliveti/



2020 07 02[modifica | modifica sorgente]

https://www.vivienna.it/2020/07/02/oliveti-patrimonio-enpam-raddoppiato-ma-guardo-al-futuro/ Probabilmente anche il debito pensionistico latente sarà raddoppiato da 50 a 100 miliardi!

2020 02 23[modifica | modifica sorgente]

http://www.odontoiatria33.it/cronaca/14231/manovra-niente-bail-in-per-i-fondi-pensione-adep-bene-esclusione-era-necessario-riparare-ad-errore.html


2015[modifica | modifica sorgente]

https://www.ordinemedicilatina.it/enpam-interrogazione-del-m5s-sulla-retribuzione-del-presidente-da-il-sole-24-ore-sanita-del-16-settembre-2015/

Collegamenti[modifica | modifica sorgente]


< Indice >