Conflitto sociale legale/Antimassoneria

Da const.
Jump to navigation Jump to search

< Indice >

< prec > < succ >

< Spoliazione legale >

Nell'ambito del contrasto alla spoliazione legale, quando la lobby principale che agisce è la massoneria, l'azione di contrasto dovrebbe essere organizzata da una società civile con un profilo di "antimassoneria" che agisce specularmente.

Descrizione Massoneria Antimassoneria/Società civile
Tipo di associazione Segreta/Riservata Nessuna/Pubblica di pensiero
Come infiltra le associazioni Con persone coperte In modo scoperto con le proposte
Elaborare una strategia Si Si
Istituzioni Gestione delle istituzioni per fini incostituzionali Gestione delle istituzioni per fini costituzionali
Gerarchia Obbedienza Libertà
Modalità Coltivazione della imbecillità indotta Coltivazione della intelligenza indotta
Scopo Cleptocrazia dell'élite Bene comune
Tecnica Spoliazione legale Attuazione della Costituzione Italiana
Istituzioni del saccheggio Conservazione Eliminazione
Attuazione spoliazione Costruzione della verità Spiegazione della realtà
Regime Imbecillocrazia Democrazia rappresentativa
Come si scopre un iscritto Difende il patrimonio preda Attacca il patrimonio preda

Se si approfondisce la storia di Caillet Maurice Caillet nel suo libro massone Ero massone si scopre che era inserito nel campo della previdenza sociale e che per uscire dalla massoneria ha rischiato la vita.

Quindi abbiamo una testimonianza di come la massoneria non sia solo una associazione riservata che si dedica alla speculazione esoterica, bensì una associazione segreta con interessi economici specifici nel campo della previdenza, campo ove, come abbiamo visto, si concentra un terzo circa di tutti i redditi prodotti durante la vita.

Campo ove attraverso la spoliazione legale si riescono a trasferire somme ingenti alle élite.

Sappiamo che la Chiesa cattolica ha condannato e condanna fermamente la massoneria e l'appartenenza ad essa, ma nonostante ciò niente e nessuno è riuscito a frenarne e limitarne l'influenza e la diffusione.

A ben vedere, se si collega la diffusione delle leggi di spoliazione legale alla massoneria, sono dappertutto.

Solo con l'infiltrazione di tutti i partiti, di tutte le istituzioni, associazioni, di maggioranza ed opposizione, si spiega infatti tale situazione.

Stime parlano in Italia della presenza di ca. 100.000 massoni. Fratelli che si riuniscono in logge diffuse sul territorio, sotto la copertura di attività filantropiche.

Come può quindi costituirsi una associazione segreta antimassonica senza la possibilità che sia anch'essa infiltrata dalla massoneria? Impossibile da farsi.

In questa sezione si vuole proporre una modalità innovativa di contrasto della spoliazione legale e quindi della massoneria mai sperimentata analizzando prima il fenomeno e quindi individuando le possibili azioni per sterilizzarne gli effetti.

Emersione della massoneria[modifica | modifica sorgente]

In questi anni di studio della spoliazione legale e della previdenza sociale pubblica e privata, più e più volte ho avuto la quasi certezza di trovarmi di fronte ad un massone.

Poteva essere un candidato, un rappresentante istituzionale, un giornalista, un semplice navigatore web e con gli strumenti dei social network ho avuto modo di interagire con essi.

Il comportamento che ho rilevato e codificato, mi ha convinto che tramite una check-list è possibile valutare con buone probabilità se il soggetto è un massone.

Più e più volte si sono ripetute le stesse situazioni con ragionamenti che non venivano portati a termine, blocchi inspiegabili, mancate risposte, che se uno associa agli interessi che possono avere rendono quelli che agiscono in segreto, perfettamente visibili.

Se si riflette sui meccanismi di spoliazione legale, ci si rende conto che per forza di cose i massoni devono emergere ed occupare tutte le posizioni di controllo politico altrimenti la spoliazione legale non verrebbe mai attuata.

Se io ho quindi un sindacalista del PD che tutela la spoliazione legale e promuove leggi che favoriscono le élite, o mi trovo di fronte ad un massone o ad un incapace manipolato da un massone.

Si tratta di seguire a ritroso tutte le tracce che inevitabilmente emergono dalla attuazione della spoliazione legale.

Che cosa si sa della massoneria[modifica | modifica sorgente]

E' assodato che la massoneria è composta da logge sparse sul territorio e che gli aderenti a tali logge si riuniscono in forma riservata, se non segreta.

Ogni tanto avviene che personaggi pubblici o delle istituzioni o dell'economia e delle professioni sono associati a queste logge.

Caratteristica saliente è che i massoni si riuniscono per parlare di fratellanza, uguaglianza, libertà e per discutere sui massimi sistemi dell'universo e ricercare la verità con la ragione attraverso un percorso di illuminazione.

Altra caratteristica saliente è che tale percorso di fratellanza e libertà è riservato a pochi fratelli illuminati.

Coincidenza vuole che questi fratelli siano per la stragrande maggioranza accomunati da una caratteristica saliente ossia il potere (economico, politico, posizioni elevate nella scala sociale).

Quindi vediamo che per una ampia fascia di persone di potere che cercano l'illuminazione del Grande Architetto Universale, le religioni cattolica, islamica, protestante o le altre confessioni sono carenti, limitate nel proporre una risposta alla fratellanza, uguaglianza e libertà che ricercano.

Ma come ricercano la fratellanza? Limitandola a pochi fratelli.

E l'uguaglianza? Ovviamente tra pari.

Resta la libertà naturalmente. La libertà nella segretezza? E' il massimo della schiavitù visto che non esiste il confronto e la sintesi ma solo l'obbedienza.

Quindi la massoneria non è altro che il reclutamento di persone di potere per fini economici di mutua assistenza tra gli appartenenti.

Chi è contro la massoneria[modifica | modifica sorgente]

La massoneria opera in gruppi ristretti scollegati l'uno dall'altro. Questa è la prima cautela per non essere infiltrati.

Si potrebbe pensare che chi lotta per la libertà, la fraternità e l'uguaglianza siano passibili di infiltrazione da parte di gruppi legati all'autoritarismo.

La massoneria è stata considerata da Gramsci l'unico partito della borghesia e il fascismo ha combattuto apertamente la massoneria.

Anche la Chiesa cattolica condanna apertamente l'appartenenza alla massoneria, ma la condanna ha come fondamento ragioni religiose piuttosto che politiche.

Quindi abbiamo chi lega la massoneria ad un gruppo di potere economico mentre la Chiesa la vede piuttosto come eresia.

Io penso che il fine principale sia quello economico e che la parte speculativa serva come copertura, collante, strumento di funzionamento e che quindi la Chiesa, con la sua pronuncia faccia il gioco di sviare la comprensione di cosa è veramente la massoneria.

La struttura piramidale a comparti[modifica | modifica sorgente]

Quello che è assodato è che oltre che la compartimentazione, vi è una gerarchia con vari livelli. Senza approfondire i dettagli questa impostazione fa capire che i livelli superiori hanno il potere di gestire politiche complesse che i livelli inferiori non possono comprendere ma agire solo da meri esecutori.

E' la costruzione che si adatta alla gestione dei meccanismi di spoliazione legale ove come si diceva la costruzione delle leggi e la gestione ha bisogno di una regia che nel tempo e su tutti i fronti persegue un preciso disegno.

Quindi abbiamo che la struttura della massoneria ha per pura coincidenza la possibilità di infiltrarsi in tutte le religioni ed in tutti i partiti e nello stesso tempo una regia superiore ha a disposizione innumerevoli centri non comunicanti tra di loro che possono agire in obbedienza dietro un vincolo pseudo religioso.

E per tutelare il segreto si tengono legate le persone per sempre, l'uscita non è ammessa, al massimo si finisce in "sonno".

La logica dei massoni per esercitare il potere[modifica | modifica sorgente]

La massoneria esercita il potere al fine di raggiungere il patrimonio preda attraverso la spoliazione legale.

Ciò avviene elaborando delle strategie per la costruzione della verità, nelle logge che hanno una organizzazione piramidale.

La massoneria, per raggiungere tali scopi, deve per forza di cose fare emergere dei massoni che devono svolgere delle attività.

Il massone che emerge pubblicamente, nello svolgimento delle attività necessarie per attuare la spoliazione legale, segue necessariamente le seguenti logiche:

  1. la logica del tradimento;
  2. la logica dei vigliacco;
  3. la logica del bugiardo.

Capire che un politico, un rappresentante delle istituzioni, basa i suoi comportamenti su tali logiche è di fondamentale importanza per non cadere nella sua trappola nel momento in cui sta costruendo la verità.

Il saccheggiato nella stragrande maggioranza dei casi subisce la costruzione della verità in buona fede.

La logica del tradimento[modifica | modifica sorgente]

La logica del tradimento è insita in una élite che gestisce le masse secondo le proprie utilità.

Quando la massoneria elabora una legge di spoliazione legale come primo atto tradisce i principi programmatici della Costituzione.

La logica del vigliacco[modifica | modifica sorgente]

La logica del vigliacco è insita nel meccanismo segreto e nella organizzazione piramidale che, sfruttando i legami sconosciuti agli avversari, li affronta in modo coordinato.

Ad esempio in un convegno due massoni affrontano il dibattito facendo finta di non conoscersi.

Oppure quando si vogliono colpire le opposizioni ci si concentra su una persona, isolandola dal gruppo ed eliminandola in modo sistematico sfruttando la presenza dei massoni in più istituzioni.

La logica del bugiardo[modifica | modifica sorgente]

La logica del bugiardo si manifesta al momento della diffusione della verità costruita.

Le tecniche di diffusione delle verità costruite[modifica | modifica sorgente]

Una volta che gli intellettuali organici del pensiero unico hanno costruito la verità alla base della spoliazione legale, le élite devono dare una parvenza di dibattito pubblico per far credere che le stesse siano generalmente comprese ed accettate.

La realtà è che si mantiene nella ignoranza totale i saccheggiati che, se fossero minimamente resi consapevoli della loro realtà si ribellerebbero all'istante.

Alcuni esempi di come si organizza il dibattito pubblico negli ultimi tempi.

Tecniche usate dalle élite della maggioranza:

  • all'ordine territoriale si organizza un dibattito su un aspetto marginale con relatore principale il rappresentante istituzionale di alto livello che è affiancato da due delegati che fanno autopromozione. I partecipanti sono su prenotazione per evitare ingressi indesiderati. Il rappresentante nazionale relaziona con una terminologia totalmente sconosciuta ai presenti che si fidano dell'ipse dixit, "la cassa è sostenibile" senza avere minimamente cognizione della realtà.
  • la stampa istituzionale diffonde teorie prive di fondamento legale.

Tecniche usate dalle élite della finta opposizione:

  • si organizzano convegni per proporre pseudo soluzioni alternative che non hanno fondamento economico ma che catturano consenso. Es. si promette che gestendo con più efficienza il patrimonio si avranno pensioni più elevate ma il patrimonio copre solo il 15% delle obbligazioni essendo il sistema a redistribuzione dei tributi.
  • si organizzano convegni ove la soluzione alternativa proposta da un attuario compiacente non è attuabile.

Il caso dei massoni infiltrati nelle associazioni di opposizione.

In questo caso si tratta di super esperti in un campo ristrettissimo dove gli associati non hanno le competenze per valutare l'operato e le proposte che esso fa e sempre per il discorso dell'asimmetria informativa devono accettare il suo operato.

La costruzione della verità è fatta in modo molto sofisticato:

  • si contesta chi amministra le istituzioni che attuano la spoliazione legale ma non l'istituzione come invece suggerisce Chomsky;
  • si resta generici sulla distinzione tra patrimonio preda e scopo di copertura, non facendo capire in cosa consiste il patrimonio preda;
  • non definendo il patrimonio preda, non è possibile capire chi sono le élite che ne beneficiano, come, quanto e quando;
  • si ignora la violazione della costituzione fatta con le leggi che regolano il meccanismo di spoliazione legale;
  • si contestano aspetti marginali dei meccanismi di spoliazione legale che anche se modificati, lasciano intatti quelli principali;
  • si ignora ad es. la redistribuzione regressiva fatta dal meccanismo di spoliazione legale.

In questo modo si illude gli iscritti di fare una ferrea opposizione quando in realtà si è costruita la verità che consiste nel fatto che l'istituzione che effettua la spoliazione legale, pur con delle correzioni merita di esistere, perpetuando invece la spoliazione legale subita dagli stessi associati.

In definitiva l'esperto non elabora e non da gli strumenti agli associati per elaborare una proposta che elimini il meccanismo di spoliazione legale.

Quindi per evitare queste situazioni, le associazioni dovrebbero avere, più che un singolo esperto, un team che sappia in primis elaborare il meccanismo di spoliazione legale e successivamente

La guida dell'opposizione[modifica | modifica sorgente]

La guida dell'opposizione è fondamentale per mantenere il controllo del sistema di spoliazione legale.

La tecnica è quella della fuga dei ciclisti dal gruppo.

Il massone è sempre nel gruppo in fuga e in una prima fase tira più degli altri accreditandosi come il primo degli oppositori. Come detto da altre parti l'accreditamento come oppositore è fatto dallo stesso sistema con denunce di violazione della deontologia spesso strumentali e prive di efficacia.

Una volta accreditatosi come il primo dei fuggitivi, magari facendo anche intravedere il reale traguardo da raggiungere es. chiudere la Cassa di previdenza e dare tutto il patrimonio all'INPS o al MEF e farla finita con il patrimonio preda, poi tutto finisce nel dimenticatoio e alla prima occasione inizia l'opera di disinformazione che è il fondamento della spoliazione legale ossia dire le cose a metà, solo quelle che fanno comodo.

In pratica, al primo bivio il massone in testa al gruppo di opposizione non esita a prendere la strada sbagliata e a riportare i fuggitivi in fondo al gruppo.

I punti deboli della massoneria[modifica | modifica sorgente]

Il punto debole principale è che la massoneria è una élite numericamente limitata e i saccheggiati vittime della spoliazione legale sono una infinità.

Il problema è che queste folle sterminate non hanno una élite che sappia elaborare una strategia di difesa e di proposte alternative di lungo respiro che siano minimamente paragonabili a quelle offerte.

Come ha chiarito Susan George queste élite hanno continuato ad imporre la loro culturale egemonia culturale prima che economica e gli intellettuali non organici non hanno il minimo potere di influire sul unico pensiero unico dominante.

Quindi se le élite di opposizione non hanno saputo svolgere il loro ruolo, debbono nascere nuove forze che abbiano l'intelligenza di sfruttare i nuovi strumenti offerti dalla rivoluzione informatica e ribaltare la situazione andando in primo luogo a scalzare i costruttori di verità.

Tanto per fare un esempio, nonostante Mattia Persiani insegni da 50 anni che i contributi previdenziali sono imposte, che il suo testo abbia superato la 20ma edizione e sia usato in molti corsi universitari di diritto della previdenza sociale, in Parlamento si approvano risoluzioni ove si considerano le casse private in quanto non usufruiscono di finanziamenti pubblici. E i contributi cosa sono? E chi è che si è alzato a dire che stavano dicendo delle assurdità? Nessuno.

Oppure la riforma delle pensioni Fornero che in piena crisi finanziaria ha approvato un comma che prevede la possibilità dell'opting-out!

Ossia mentre si alzano le aliquote contributive per far quadrare i conti, si promettono sgravi. Naturalmente la commissione prevista dalla legge, che doveva studiare la questione, non è stata neanche insediata, ma ciò dimostra che in Parlamento si possono far passare tutte le costruzioni della verità che si vogliono tanto l'incompetenza è di livello tale che anche le ovvietà non vengono apprezzate.

Wikipedia e la massoneria[modifica | modifica sorgente]

Il tallone di Achille della massoneria potrebbe essere proprio Wikipedia in quanto è un luogo ove i saccheggiati possono costruire la verità che la massoneria non ha mai voluto e vuole.

Wikipedia, in questo lavoro, è stata fondamentale in quanto il 99% delle tessere del puzzle erano già predisposte e mancavano solo le ultime tessere e l'assemblaggio delle stesse fatto dal libro.

In 4 anni ho avuto decine di persone che mi hanno attaccato nei modi descritti, nei forum, su Facebook, su Twitter, ma nessuno ha mai provato a farlo nella piattaforma di Wikipedia.

Questo in quanto le regole di Wikipedia e gli amministratori terzi, nonché la cronologia delle modifiche, rendono perfettamente tracciabili i comportamenti anomali.

Il fatto che il libro è modificabile da chiunque sarà un banco di prova di questa affermazione.

E' vero che conoscendo Wikipedia a fondo, anche essa può diventare un luogo di costruzione della verità.

Basti pensare che il tutto si basa sulle fonti secondarie e terziarie. Ma, come è stato dimostrato, la costruzione della verità avviene direttamente nelle Università e in Parlamento, quindi è facile che tali verità siano recensite come fonti secondarie e terziarie, soprattutto da persone senza le adeguate competenze.

Da quando sono stato bloccato a tempo infinito da Wikipedia italiana, ho notato che alcune voci sono state "ripulite", molto spesso senza neanche gli avvisi che normalmente gli amministratori mettono a tutela del lettore.

Resta il fatto che senza il 99% delle voci di Wikipedia e soprattutto delle altre Wikipedia inglese, francese, spagnola, questo libro non sarebbe stato possibile, quindi la sola possibilità reale di contestare le verità costruite in Parlamento e nelle Università si possono avere solo con una base di informazioni talmente ampia che la massoneria non ha la possibilità di confutare per l'ampia convergenza che ha assunto.

Contrasto tra élite[modifica | modifica sorgente]

Se la massoneria si ritiene che sia costituita da una élite, il contrasto a questa élite che opera con modalità sofisticate non può che avvenire da parte di una élite con modalità altrettanto sofisticate e con motivazioni opposte ancora più radicate in quanto a fortissime motivazioni economiche possono contrapporsi solo alte motivazioni etiche.

A fronte quindi di un meccanismo collaudato da secoli di spoliazione legale e di associazioni segrete, quali possono essere le nuove modalità di contrasto?

Il contrasto nel ricambio delle élite[modifica | modifica sorgente]

Quello che mi ha colpito di più è stata la modalità con cui si rinnovano le posizioni di controllo ossia come i giovani vengono introdotti, promozionati e posti nelle stanze dei bottoni.

Se si riesce infatti ad interrompere questo ricambio, il sistema entra in crisi per forza di cose.

Tra le associazioni, partiti, sindacati, abbiamo quindi due modalità completamente diverse di rinnovamento delle posizioni.

Abbiamo quelle dove un "delfino" si prepara per tempo ad occupare la posizione di leader a prescindere da modalità democratiche di scelta, ed abbiamo associazioni dove la selezione avviene "democraticamente".

Nel primo caso si ha già l'evidenza del meccanismo, quindi chiunque è libero di accettare di stare in una associazione che elimina la democrazia interna, scontando di fatto la possibilità che i massoni si alternino indefinitamente alla guida delle stesse.

Diverso è il caso in cui le cariche delle associazioni o le pubbliche istituzioni sono elettive.

In questo caso ho notato che si gioca molto sulle leggi ed i regolamenti elettorali.

In sostanza sono stati creati dei meccanismi che di fatto, solo un gruppo organizzato sa gestire a proprio vantaggio.

Gli impedimenti a chi si dovesse candidare vanno dalla negazione delle liste degli elettori, per cui si ignora chi potrà mai essere il proprio elettore, ai tempi ristretti della competizione elettorale, alle modalità di voto, alle liste.

Quindi, mentre la massoneria vuole occupare e controllare tutte le istituzioni ed associazioni, una antimassoneria dovrebbe aspirare a promuovere la libera partecipazione promuovendo per le più ampie fasce la possibilità di occupare posizioni di rilievo, sulla base delle proprie capacità, valutate dagli associati.

Antimassoneria come associazione pubblica di pensiero[modifica | modifica sorgente]

L'antimassoneria, per neutralizzare la massoneria dovrebbe essere quindi una associazione non infiltrabile ossia una associazione pubblica di pensiero.

Dovrebbero essere elaborate poche e semplici regole che se attuate dalle associazioni, le rendono di fatto immuni o per lo meno refrattarie alle infiltrazioni della massoneria.

Solo con il pluralismo si ha un progresso sociale, purché le idee si impongano con il confronto e non con la manipolazione.

Confronto chiaramente ostacolato dai massoni altrimenti emergerebbe che il fine è quello di conquistare il patrimonio preda.

I nuovi strumenti del web, così come la piattaforma di Wikipedia, possono permettere una elaborazione pubblica di meccanismi minimi, condivisi pubblicamente, tali che se applicati nella gestione delle associazioni/istituzioni, limitano l'influenza dei gruppi segreti.

Le associazioni che applicano tale buona pratica potrebbero guadagnare un marchio di democrazia che le distingue dalle altre.

La check-list per isolare la massoneria nelle istituzioni e nelle associazioni[modifica | modifica sorgente]

I massoni in Italia si stimano in circa 100.000 e sarà sempre materialmente impossibile impedire che un massone non possa arrivare ai vertici delle istituzioni o degli uffici ma si elencano le regole che servono per evidenziarli ed isolarli in modo che ognuno abbia la cognizione del perché alcune persone sembra che si comportino senza una logica.

La conoscenza della tecnica della spoliazione legale e quindi l'individuazione di un meccanismo di spoliazione legale in atto è fondamentale in quanto il massone è parte di un meccanismo più grande della singola funzione che svolge e il suo comportamento va visto in questa ottica generale.

Abbiamo quindi che nella attuazione di un meccanismo di spoliazione che avviene in molteplici fasi, lo stesso debba quindi esporsi per fare la propria parte.

1) Fase di costruzione della verità[modifica | modifica sorgente]

Questa fase riguarda gli studiosi del diritto e se il ragionamento che mette in piedi arriva a forzature anticostituzionali, o avete un ignorante o un massone.

1a) Costruttore secondario della verità[modifica | modifica sorgente]

In questa classe ricadono tutti quelli che riprendono acriticamente la verità costruita dagli studiosi. Sono i giornalisti, gli economisti, i politici che ripetono senza mettere in dubbio tale assunto. O avete di fronte un ignorante o un massone.

2) Fase di costruzione della verità legale[modifica | modifica sorgente]

Questa è la fase che riguarda i legislatori che riprendono la costruzione della verità degli studiosi e la attuano. Chi vota queste leggi, o è un ignorante o è un massone.

La legislazione è il punto fondamentale della spoliazione legale e la stesura delle leggi avviene direttamente nelle varie logge.

Basterebbe chiedersi chi è che le ha elaborate per capire tutto. Stranamente i testi di legge escono fuori nel dibattito politico senza che si sappia mai bene chi ci è dietro, che ragionamenti ha fatto, quali sono i fini che si prefigge.

Invece sono pacchetti completi, pronti per l'uso, meglio se proposti all'ultimo minuto e approvati di tutta fretta magari con un voto di fiducia.

Un meccanismo complesso prevede infinite fasi che vanno dal regolamento o legge elettorale, alla legge sul patrimonio preda, a come individuare i segmenti sociali da saccheggiare, a come redistribuire alle élite.

In ognuna di queste fasi, il massone deve metterci lo zampino altrimenti la spoliazione legale non andrebbe mai in porto.

3) Fase della Volpe[modifica | modifica sorgente]

Questa è la fase della gestione del meccanismo di spoliazione legale. A svolgere questa incombenza è opportuno mettere un amico massone ma potrebbe essere anche un lavoro ingrato ma sempre un lavoro.

4) Fase del Gatto[modifica | modifica sorgente]

Questa è la fase dove le élite prelevano gli zecchini d'oro. Chi volete che ci sia a prelevarli?

5) Campo dei Miracoli[modifica | modifica sorgente]

Se andate dentro le istituzioni che gestiscono la spoliazione legale, la massoneria è di casa.

6) Difende l'intero meccanismo di spoliazione legale ?[modifica | modifica sorgente]

Già questo è un fortissimo indizio.

7) Difende un dettaglio importante del meccanismo di spoliazione legale ?[modifica | modifica sorgente]

Perché una persona normale deve essere interessata così tanto ad un regolamento elettorale o ad un regolamento che liberalizza un controllo specifico?

8) E' a capo di una associazione dove non controllerai e conterai mai nulla ?[modifica | modifica sorgente]

Questo è il caso delle associazioni di giovani che si preparano ad entrare nel giro più alto ovvero a gestire la finta opposizione.

9) Vuole sapere chi sei o chiede il numero di telefono anche se non vi conoscete ?[modifica | modifica sorgente]

Sono molto riservati per quanto li riguarda, di meno per quello che ti riguarda.

10) E' un candidato senza un programma politico ?[modifica | modifica sorgente]

Più facile conquistare fan sulla persona piuttosto che sui contenuti della spoliazione legale che dovrà attuare.

11) Se su un social hai delle opinioni ti chiede di metterci la faccia ?[modifica | modifica sorgente]

Nelle azioni di contrasto degli oppositori nulla di meglio che individuarlo e colpirlo a tradimento, visto che agiscono in modo coordinato.

12) La sua politica è per il libero mercato, la concorrenza, la meritocrazia ?[modifica | modifica sorgente]

Questo indizio diventa una prova quando agli enunciati di principio si affiancano comportamenti opposti ossia andando a caccia del patrimonio preda in realtà è contro il libero mercato, la concorrenza, la meritocrazia.

13) Fa la politica degli annunci ?[modifica | modifica sorgente]

La politica degli annunci di qualcosa che debba avvenire che cambierà il mondo è alla base del concetto di Campo dei Miracoli. L'attesa è la grande alleata della massoneria in quanto blocca tutto in attesa di non si sa cosa e nel frattempo la spoliazione viene portata a termine.

Le regole dei massoni sui social network[modifica | modifica sorgente]

Anche i massoni si devono cimentare sui social network purtroppo per loro.

Certo ne farebbero volentieri a meno, ma per alcuni di loro partecipare è d'obbligo.

Quindi nel 95% dei casi il massone è assente dai social network.

Tra chi partecipa, la tendenza principale è quella di utilizzare i social network come se fossero un mass media tradizionale ossia con comunicazioni a senso unico. Nessuna risposta ai tweet, nessuna possibilità di commenti su FB.

Resta il 2% di chi interagisce normalmente e questi usano delle tecniche che sono riprese dai (Internet) troll.

Uno degli scopi principali è quello di impedire lo sviluppo di un qualsiasi ragionamento logico, di impedire il confronto, di evitare che si possa formare una posizione logica, ragionata.

In una cosa i massoni sui social network si distinguono dai troll ed è quello che io chiamo "giocare a palla" quando non sono anonimi.

Partecipando con il nome e cognome, non possono usare le tecniche dei troll troppo esagerate per cui fanno finta di accettare la tesi dell'avversario es. i contributi sono tributi, salvo aggiungere qualcosa che la sminuisce es. ma è una tesi minoritaria, e continuare a bloccare lo sviluppo dei ragionamenti.

Altro esempio potrebbe essere che non si possono prendere decisioni fin quando non c'è una ulteriore pronuncia della giurisdizione, come se i giudici fossero gli interpreti ultimi della Costituzione e non vi fossero invece miriadi di sentenze contrastanti.

Da rilevare inoltre come chiarito nel paragrafo sulla giurisdizione costituzionale, le pronunce sono sui singoli casi e mai generali.

Quindi il non affrontare il tema clou che taglia la testa al toro, è un forte indizio di appartenenza alla massoneria, soprattutto quando le conseguenze sono la solita difesa del patrimonio preda.

Piccoli escamotage sono ad es. su Facebook l'impossibilità di postare sul diario se si è amici.

Altri comportamenti interessanti si hanno quando fanno i finti oppositori. Si fanno degli attacchi su specifici temi da esperti che non hanno alcun seguito nella pubblica opinione in quanto non vi sono le competenze minime per comprendere la situazione.

Ad es. si critica la mancanza di trasparenza sugli investimenti contestando la mancata copertura delle obbligazioni in valuta quando il problema sulla trasparenza è a monte ossia nell'investimento delle imposte in patrimonio di rischio.

Le regole per neutralizzare la massoneria nelle istituzioni[modifica | modifica sorgente]

1) L'educazione è il fondamento di tutte le politiche[modifica | modifica sorgente]

La massoneria si afferma grazie ai sofismi, le fallacie, gli inganni che solo le persone educate possono smascherare. Quando si fanno delle politiche che riducono i fondi per l'educazione, in realtà si sta preparando il campo alla massoneria.

L'ignoranza è il più grande alleato della massoneria.

2) Non più di 2 mandati[modifica | modifica sorgente]

Quando un massone ha conquistato una posizione, è l'unico modo per scalzarlo.

3) Conflitto di cariche[modifica | modifica sorgente]

Il massone occupa contemporaneamente più cariche, uffici, posizioni.

Una delle cariche classiche del massone è quella di consigliere del consiglio di amministrazione di una società quotata in borsa.

Classico è l'esempio di candidati ad un c.d.a. che non essendo eletti per una società, trovano immediatamente posto in un'altra.

4) I nomi di chi ha materialmente redatto le leggi[modifica | modifica sorgente]

Le leggi nascono all'interno delle logge. Chi le firma non ha la capacità di comprenderne neanche i contenuti perché trattano argomenti specialistici che ignorano eccetto per pochi esperti del partito. Mettere la faccia di chi le ha materialmente redatte è essenziale. Una piattaforma come Wikipedia permetterebbe di risalire agli autori di ogni singolo comma o lettera. Ma in questo caso i costruttori della verità legale preferiscono glissare anziché raccogliere gli onori.

5) Legge elettorale con una preferenza[modifica | modifica sorgente]

Toglierebbe il potere ai capi partito. Più preferenze servono per controllare il voto come avveniva nella prima repubblica. Nessuna preferenza annulla il potere di scelta e i massoni hanno vita facile.

6) Un seggio in ballottaggio corrisponde ad una sola candidatura[modifica | modifica sorgente]

Le candidature multiple sono la panacea del massone.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Antimassoneria

6 - Spoliazione legale (indice)

< Indice >