Conflitto sociale legale/Lobby previdenziali in Italia

Da const.

< Indice >

< prec > < succ >

< Spoliazione legale >

Le lobby previdenziali in Italia[1] sono i gruppi di persone legate da interessi economici legittimi nel campo dei sistemi pensionistici sia pubblici che privati.

Il campo della previdenza sociale nei paesi avanzati ha assunto dimensioni economiche importantissime che possono determinare addirittura il default di interi stati come nel caso italiano con la bolla previdenziale.

In Italia il sistema pensionistico pubblico è caratterizzato dalla implementazione del modello previdenziale corporativo fascista al quale in alcuni specifici casi possono essere associati gli interessi di lobby, corporazioni, istituti finanziari.

Se si inquadra l'analisi del sistema pensionistico pubblico o privato nell'ottica della teoria economica della spoliazione legale, allora possono essere individuate delle lobby e come agiscono nel dibattito politico e nel sistema legislativo.[2]

Le lobby previdenziali sono quindi legate a delle specifiche normative per cui nascono, si consolidano ed eventualmente si estinguono così come viene approvata, modificata o cancellata una norma all'esaurirsi dei presupposti iniziali che l'hanno introdotta.

Poiché il sistema pensionistico pubblico in Italia è gestito secondo il modello previdenziale corporativo fascista che implementa il sistema pensionistico senza patrimonio di previdenza secondo uno schema pensionistico con formula delle rendite predefinita e poiché vi sono circa 50 gestioni pensionistiche pubbliche, all'interno di ognuna di esse è possibile individuare una qualsiasi tipologia di lobby previdenziale.

La casistica che si è sviluppata in Italia non è esistente nei sistemi che usano il modello previdenziale universale come nel caso del sistema pensionistico pubblico in Svizzera mentre è possibile ritrovarlo nel frammentato sistema pensionistico degli Stati Uniti d'America ove esiste il fenomeno della pensione gonfiata che ha portato al dissesto finanziario di diversi enti pubblici americani.

Le lobby previdenziali in Italia[modifica | modifica sorgente]

Come si individuano le lobby[modifica | modifica sorgente]

Le lobby possono essere individuate in due modi:

  1. Interpretando le leggi secondo la teoria della spoliazione legale;
  2. Analizzando le reazioni pubbliche alle proposte di legge in fase di approvazione.

Alcuni esempi di analisi delle reazioni alle proposte di legge[modifica | modifica sorgente]

La classificazione[modifica | modifica sorgente]

Le lobby sono speculari alla classificazione del sistema pensionistico in Italia.

Sistema pensionistico pubblico[modifica | modifica sorgente]

Nel sistema pensionistico pubblico abbiamo numerose gestioni dei sistemi pensionistici obbligatori.

All'interno di ogni gestione abbiamo quindi vari gruppi che si selezionano ed aggregano per difendere gli interessi scaturiti dalla normativa relativa alla concessione di una tipologia di prestazione previdenziale che li riguardano.

Quindi la maggioranza delle lobby del sistema pensionistico pubblico riguardano gruppi che tutelano delle prestazioni pensionistiche di favore.

Casi particolari sono le corporazioni dei liberi professionisti che gestiscono le casse ai sensi del D.Lgs. 509/1994 e del D.Lgs. 103/1996 che gestiscono in alcuni casi anche un patrimonio preda di svariati miliardi di euro di imposte accumulate.

Operazione porte aperte INPS[modifica | modifica sorgente]

Con l'"Operazione porte aperte"[3], a partire dalla primavera 2015, l'INPS ha intrapreso una campagna informativa per evidenziare la disparità di trattamento tra le diverse categorie di lavoratori ed all'interno delle stesse categorie.

Sono state esaminate le posizioni dei:

  • Fondo volo (piloti)
  • INPDAI (dirigenti d'azienda privati)
  • Fondo Ferrovieri.

Sistema pensionistico privato[modifica | modifica sorgente]

Nel sistema pensionistico privato abbiamo gli interessi sia da parte delle istituzioni finanziarie che dei gruppi che usufruiscono di tali servizi e che hanno portato alla legislazione che incentiva la previdenza complementare in modo regressivo tenendo conto delle aliquote marginali.

Gli interessi[modifica | modifica sorgente]

Gli interessi sono differenziati e dipendono dalle caratteristiche degli stakeholder che partecipano ai sistemi pensionistici.

Gli interessi sono identificabili in due filoni sia nel caso del sistema pensionistico pubblico che privato ossia sono dal lato delle erogazioni o uscite che oltre alle pensioni possono essere gli stipendi ed altre provvidenze e dal lato delle entrate dal livello di tassazione o degli incentivi fiscali.

Gli stakeholder dei sistemi pensionistici[modifica | modifica sorgente]

Sistema pensionistico pubblico[modifica | modifica sorgente]

Sistema pensionistico privato[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. Panorama 11/08/2014, "Roma è una città piena di lobby. L'Italia è un Paese basato sul capitalismo di relazione. Io non faccio parte di questo sistema che ha distrutto il Paese."
  2. Mauro Maré, Tutte le verità sui sistemi pensionistici, in Il Sole 24 Ore, 24/10/2013. URL consultato l'11 ottobre 2014.
    «Perciò, l'opportunità di ulteriori aggiustamenti si restringe dato il potere elettorale crescente dei pensionati.».
  3. Operazione porte aperte, in INPS 2015. URL consultato il 6 aprile 2015.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

News[modifica | modifica sorgente]

6 - Spoliazione legale (indice)

< Indice >