Conflitto sociale legale/Macroeconomia dei sistemi pensionistici pubblici

Da const.
Jump to navigation Jump to search

< Indice >

< prec > < succ >

< 2 - Sistemi pensionistici pubblici >

La macroeconomia è il ramo dell'economia politica che si occupa della analisi del sistema economico a livello aggregato.

Lo strumento per svolgere tale analisi è le contabilità nazionale e nello specifico attraverso i regolamenti SEC.

L'ISTAT riepiloga i conti nazionali con numerose statistiche ed una sintesi nel conto economico consolidato delle amministrazioni pubbliche.

I sistemi pensionistici pubblici possono essere analizzati solo nell'ambito macroeconomico in quanto funzionano senza un patrimonio di previdenza con gli equilibri finanziari dove le entrate degli enti previdenziali sono costituite da entrate tributarie proprie (contributi previdenziali obbligatori) e trasferimenti finanziari dallo Stato (derivati da tributi o debito pubblico) ed uscite costituite dalla spesa pensionistica che costituiscono una delle tante componenti della spesa pubblica e precisamente una componente della spesa corrente primaria.

Molto spesso vi è la tentazione di fare una analisi della stabilità economica delle gestioni finanziarie dei singoli enti previdenziali come se fossero amministrazioni separate dal bilancio dello Stato.

Ciò è totalmente smentito dalla realtà in quanto la spesa pensionistica ha assunto una entità talmente rilevante fino ad arrivare al 16% del PIL e quasi il 40% della spesa pubblica.

Gli equilibri finanziari della spesa pensionistica sono quindi, oltre che dipendenti dagli andamenti demografici ed economici congiunturali, anche strettamente correlati alla sostenibilità del debito pubblico dello Stato.

2 - Sistemi pensionistici pubblici

< Indice >