Daniela Iorio

Da const.

< Indice >

< prec > < succ >

< prec ind> < succ ind>

< Autori >



2020 08 04[modifica | modifica sorgente]

il vero maestro è quello che rende la sua figura superflua.

Questo è il suo obiettivo. Come diceva Sini è colui che in due ore ti riesce a far vedere un modo di vita, una forma mentale, che non dimenticherai mai più. Perché sarà tua e non troverai motivi materiali, idealistici e opportunistici più importanti. Per meglio intenderci, con cose più evidenti, il perfetto medico è colui che non ti serve più. Che ti insegna a non ammalarti più, quando la tua patologia non è irrimediabile, naturalmente. E il modo è sempre lo stesso. Da fenomenologo. Saper creare la connessione tra tutti gli aspetti. Si chiama dialettica. Se fai politica e sai connettere il comunismo, il liberalismo con la tua psiche sei dialettico. Altrimenti se sei fortunato sai fare solo lo specialista, per esempio del comunismo e di Gramsci dal 24 al 27. E saprai ogni cosa dal 24 al 27 e niente più. Ma la vogliamo smettere con queste sciocchezze o no? La dialettica è la forma del sapere. E del fare.


2020 07 25[modifica | modifica sorgente]

ci sono persone che vivono veramente 10 giorni prima di morire. Ci sono tante evidenze di ricerca scientifica psicologica che lo hanno raccontato a contatto con questi malati terminali.

Una decina di giorni in cui uno si chiede più o meno la propria vita che senso abbia avuto. In senso romantico ovviamente, la vita un senso non ce l'ha. E allora io sono un imprenditore che fattura 500 mila euro, due milioni, ventisette milioni annui, con duecento dipendenti. Benissimo. E allora io ho avuto una famiglia. Benissimo. E cosa mi è mancato, qualcosa mi è mancato se mi metto a pensare. Forse sono stato vissuto, non ho vissuto. Forse la mia vita è stata tutta una reazione affinché potessi evitare di finire a contatto, con il pensiero, di nuovo con quella parte di me in cui ci sono le mie ferite. E che ho chiuso a chiave e posto in basso sotterrandola con un migliaio di cose positive che ho fatto e sono. Pur di non tornare là. E allora forse ho lavorato quaranta anni e in questi ultimi giorni mi posso prendere addirittura il lusso di non fuggire alle Maldive. Tanto sono immobile in un letto con i lavaggi. Per la prima volta forse mi riposo, forse... C'è che noi veniamo messi al mondo e siamo intelligenti e abbiamo milioni di pure aspettative. Poi andiamo a scuola e ci viene insegnata la maschera della intelligenza. Sempre per non andare a finire nei nostri veri dolori, li sappiamo già dall'inizio, da adolescenti. Combattiamo una vita sana per non risolverli. Imparare a vivere, a capire è essenziale se viene dopo. Prima o impari i sentimenti e qualcuno ti dà opportunità di capirli bene o ti riposi dieci giorni prima di morire. Perché tutta la vita ti mancherà l'essenziale e combatterai per dimenticare che non sai nemmeno lasciarli a qualcuno.


2020 05 10[modifica | modifica sorgente]

quando uno Stato non ha sovranità monetaria non c'è proprio uno Stato tout court.

I titoli di Stato prima erano comprati dai cittadini italiani i quali mettevano i loro risparmi là e potevano organizzare economicamente la propria vita, con acquisti, di immobile per la vita e così via. Potevano risparmiare GARANTITI dallo Stato, così come la Costituzione dice. Successivamente lo Stato, per i fatti che sappiano, non ha potuto godere più dei risparmi dei cittadini, era anche prima debito, ma interno, ciò era la ricchezza dei cittadini. Quando c'era il debito significava che addirittura i cittadini avevano guadagnato più di quanto avessero speso in tasse. Era questa la gravità, a limite, del sistema. Quando noi abbiamo ceduto la sovranità monetaria ai mercati gli abbiamo pagato fino al 25% dell'interesse che ha quadruplicato il debito pubblico. Per fare spesa pubblica lo Stato deve prendere soldi con il tasso di interesse fino al 25%. E questo debito lievitato è fatto tutto di interessi da dare alle banche, ai privati che, in veste di speculatori, sono vietati dalla Costituzione. Noi ci dobbiamo rendere conto di questo e tutti quelli che sono di parere diverso dovrebbero rispondere su questo se magari vi sia un'alternativa pur rimanendo in questo sistema. Stante così le cose, non è che uno Stato non ha sovranità monetaria e gli manca semplicemente qualcosa, non è proprio Stato. Non è costituzione.

2020 02 28[modifica | modifica sorgente]

Ufficialmente specializzata in Storia della Filosofia, con tesi in Storia della storiografia filosofica."Temi e problemi di Pace Perpetua in Kant". Diritto internazionale. Diritto Pubblico Interno. Diritto cosmopolitico. Dedico il lavoro a tutti quelli che hanno perso la pace anche oggi in Italia vessati da un male inspiegabile che è lo stesso che si fa sentire ovunque non si voglia onorare l'implesso etico di Kant che nell'imperativo categorico tuona

"Agisci in modo, sempre, da trattare l'umanità come FINE  e mai come mezzo".

Il lavoro contiene lo SMANTELLAMENTO KANTIANO dello stato patrimoniale che oggi fa capolino nelle peggiori tecnocrazie, vicine a società private e multinazionali, che propugnano il totale riflusso del diritto pubblico in quello privato, dall'ente statale alla società privata. Contiene il diritto di visita e di asilo dello straniero perché nessuno può vantare un diritto su un territorio solo perché vi è nato. La nascita è indipendente dalla libertà umana e non rappresenta e mai rappresenterà legittimo atto GIURIDICO. UNIVERSALIZZAZIONE DEI DIRITTI, tanto dovevo a me stessa con il mio lungo lavoro e ho dato. Dedico tutto ad Antonella e alla mia famiglia, a tutto il mondo in "guerra" e anche a chi con grande amore oggi mi sta regalando la pace.

Non si è mai vista una seduta pubblica del genere, in un bunker, e speriamo che mai si ripeterà, con solo due accompagnatori, senza pubblico, come i pentiti in Italia che vengono portati sottobraccio a confessare. Purtroppo erano le disposizioni dell'ordinanza in Campania per arginare l'epidemia.

E tutta la discussione può essere sintetizzata nella esclamazione del mio correlatore "Azz, mo' ven il compleanno di Salvini e questa tesi gliela portiamo come regalo!!!".

Grazie a tutti quelli che sono stati vicini a me



< Autori >

Indice