Il conflitto pensionistico/Proposta avvocato Paolo Rosa

Da const.

< Indice >

< prec>

< App. XI - Revisione paritaria >

< prec ind> < succ ind>

Il conflitto pensionistico

Avvertenze


La proposta[modifica | modifica sorgente]

MANIFESTO PROGRAMMATICO DI RIFORMA DELLA PREVIDENZA FORENSE

A. LA PREMESSA

- LE FONTI DEL DIRITTO TRIBUTARIO

La classificazione delle fonti del diritto tributario ricalca quella classica della gerarchia delle fonti in generale. Avremo quindi, in una ipotetica “scaletta“, la Costituzione, la legge ordinaria, il decreto legislativo, il decreto legge, la legge regionale, nonché le fonti secondarie quali regolamenti e decreti ministeriali.

1. LA COSTITUZIONE

Nel nostro sistema, fonte primaria del diritto tributario è, ovviamente, la COSTITUZIONE, la quale sancisce i principi cui il legislatore deve necessariamente attenersi nell’emanazione di norma fiscali.

Tali principi sono:

a) la riserva di legge (art. 23): “nessuna prestazione personale o patrimoniale può essere imposta se non in base alla legge”. Trattasi di riserva di legge relativa: ciò significa che la legge disciplina gli aspetti essenziali (a. presupposto, b. soggetti, c. aliquote, d. base imponibile), mentre la disciplina di grado inferiore servirà ad integrare e a curare gli aspetti più particolarmente tecnici. Può anche accadere che il legislatore preveda dei limiti massimi e minimi (c.d. forchette) per la determinazione delle aliquote, mentre i provvedimenti ministeriali le stabiliranno più nello specifico. La riserva di legge ha precisi fini garantistici: è il Parlamento che ha il potere di imporre un tributo e non il Governo, quindi i rappresentanti del cittadino, da lui democraticamente scelti;

b) la capacità contributiva (art. 53), secondo il quale ogni soggetto è tenuto all’adempimento della prestazione in ragione della sua capacità contributiva. Possono costituire oggetto di tassazione solo quei fatti economicamente valutabili quali ad esempio un incremento patrimoniale, un investimento ecc.;

c) l’universalità dell’imposta (art. 53), per il quale “tutti sono tenuti a concorrere alle spese pubbliche in ragione della loro capacità contributiva”;

d) la progressività del sistema tributario (art. 53), principio programmatico, attuabile in concreto mediante varie forme (progressività per detrazione, per classi, per scaglioni, progressività continua);

e) l’uguaglianza (relativa) dell’onere tributario (art. 3), secondo il quale l’onere fiscale deve essere suddiviso fra tutti i soggetti d’imposta in proporzione della propria capacità contributiva;

f) l’inabrogabilità delle norme tributarie a mezzo referendum (art. 75);

g) l’impossibilità di introdurre nuovi tributi con la legge di approvazione del bilancio (art. 81).

2. LA LEGGE REGIONALE

L'articolo 119 della Costituzione prevede la potestà legislativa REGIONALE : la legge regionale si pone come legge parallela subprimaria, per il principio di sussidiarietà. È parallela in forza della potestà impositiva autonoma delle regioni, subprimaria perché la legge regionale si inserisce in una legge quadro ordinaria (principio di sussidiarietà ed eventuale coordinamento). La legge quadro non ha principi dispositivi immediatamente validi per la legge regionale (come invece avviene per la legge ordinaria e il coordinamento).

3. IL DIRITTO COMUNITARIO

L’appartenenza dell’Italia ad organismi sovranazionali, impone alcune considerazioni in merito alle fonti normative estere. In particolare occorre ricordare i rapporti tra l’ordinamento nazionale e le fonti principali della COMUNITA' EUROPEA, ovvero i regolamenti e le direttive: i primi hanno portata generale, sono obbligatori e sono direttamente applicabili in ciascuno stato membro senza necessità di ratifica; le seconde vincolano invece gli stati quanto al fine da perseguire lasciando agli stessi un certo grado di discrezionalità per quanto riguarda la ratifica, in questo caso necessaria.

- L'EFFICACIA DELLE NORME TRIBUTARIE

L’efficacia delle norme tributarie nel tempo e nello spazio segue le regole dettate dai principi generali dei diritti, con l’eccezione costituita dall’art. 75 Cost. secondo il quale, come già ricordato, non è possibile l’abrogazione di una norma tributaria a mezzo referendum. Quanto all’efficacia nel tempo delle norme sanzionatorie, giova ricordare che in materia vige il principio di legalità in base al quale nessuno può essere assoggettato a sanzioni se non ai sensi di una legge entrata in vigore prima della commissione della violazione e per un fatto che, secondo una legge posteriore, non costituisce violazione punibile.

B. LA RIFORMA PREVIDENZIALE FORENSE

STATUTO

In base all' art. 2 dello STATUTO CF deve assicurare a tutti gli Avvocati che abbiano esercitato la professione con continuità e ai loro superstiti un trattamento previdenziale in attuazione dello art. 38 della Costituzione. Oggi per motivi demografici, reddituali e di sostenibilità di lungo periodo si impone una riforma strutturale dell' attuale assetto informata ai seguenti

PRINCIPI

- la rappresentanza, attiva e passiva, spetta ad ogni iscritto ;

- riduzione del numero dei delegati e dei costi di gestione;

- pubblicazione di tutte le delibere e delle rendicontazioni;

- per essere eletti delegati sono necessari requisiti di professionalità nelle materie previdenziale o finanziaria;

- indicazione di un limite in percentuale agli investimenti, finalizzato a vincolare il patrimonio al raggiungimento dello scopo assistenziale e previdenziale (si potrebbe ipotizzare un massimo del 30 % del patrimonio, in analogia con i fondi pensione sottoposti alla medesima vigilanza COVIP);

- va esercitata la opzione al sistema di calcolo contributivo della pensione, equo e solidale, in pro rata, con armonizzazione equa con il pregresso;

- abolizione della contribuzione minima , sia soggettiva che integrativa : la contribuzione va informata ai principi di progressività e proporzionalità rispetto al reddito , modulata secondo scaglioni;

- esenzione totale per i redditi al di sotto della soglia di povertà;

- inserimento, accanto alla pensione minima, della pensione sociale forense, pari al minimo inps (501,89 euro);

- liquidazione di tutte le prestazioni assistenziali con rigorosa applicazione del criterio nazionale ISEE;

- cancellazione del ruolo esattoriale per tutti gli iscritti, previa rinegoziazione, mediante predisposizione di piani di rientro INDIVIDUALI del debito contributivo, con priorità di recupero rispetto ai GRANDI DEBITORI (oltre i 100.000 euro);

- va avviato un processo di armonizzazione tra le Casse esistenti, per la creazione di sinergie che dovrebbero portare ad una UNICA CASSA di previdenza e assistenza per i professionisti italiani;

- va previsto un regime di incompatibilità tra la erogazione della pensione e la permanenza negli Albi, anche inserendo un tetto tra pensione e reddito da professione, secondo i principi della sentenza 124/2017 della Corte Costituzionale.

LEGGE PROFESSIONALE

Rigorosa applicazione della LP 247/2012, nella parte in cui : «La presente legge… favorisce l'ingresso alla professione di Avvocato e l'accesso alla stessa, in particolare alle giovani generazioni, con criteri di valorizzazione del MERITO (art. 1, comma 1, lett. d) … Le modalità di accertamento dell'esercizio effettivo, continuativo, abituale e prevalente della professione, le eccezioni consentite e le modalita' per la reiscrizione sono disciplinate con regolamento adottato ai sensi dell'articolo 1 e con le modalita' nello stesso stabilite, CON ESCLUSIONE DI OGNI RIFERIMENTO AL REDDITO PROFESSIONALE (art. 21, comma 1) ".

C. IL COMITATO SCIENTIFICO

Il tutto sostenuto da rigorosi studi attuariali, proiettando dati reali e non attesi ed ipotizzando la formazione di un COMITATO SCIENTIFICO tra associazioni e gruppi convergenti.

AVV. PAOLO ROSA - GRUPPO FB "PREVIDENZA FORENSE"

___________________________________

Proposta aggiornata[modifica | modifica sorgente]

Previdenza forense lancia il suo "Manifesto": "Cambiare per non morire, ecco cosa fare". Le 14 idee del presidente emerito di C.F. 23-07-2017 08:24 - Avvocatura, Ordini e Professioni


14 proposte organiche per consentire all´avvocatura di fuoriuscire da uno dei momenti maggiormente drammatici della propria storia recente. 14 proposte frutto di un lavoro certosino di analisi ed elaborazione. 14 proposte che riformano Cassa forense e ridisegnano un nuovo ed aggiornato modello previdenziale, con un occhio alla solidarietà e alla tutela dei redditi sotto soglia.

Il corpus delle proposte nasce da un lavoro di gruppo, attorno al nucleo di Previdenza forense, e ha un estensore d´eccezione, il presidente emerito di Cassa Forense avvocato Paolo Rosa.

Tra gli estensori del manifesto anche l´avvocato Daniela Nazzaro, del Foro di Roma, che ci ha inviato una sua introduzione che pubblichiamo volentieri, e alla quale segue Il Manifesto nel suo testo integrale.


La situazione in cui versa, oggi, l´Avvocatura non è addebitale solo alla crisi in corso, nè all´inefficienza del Comparto Giustizia, nè alle incompetenze dei vertici, nè all´ ingente numero degli iscritti, ma si presenta all´esito di un disegno perverso, in cui le odierne Istituzioni Forensi ed il Legislatore hanno avuto grandi responsabilità, anche in concorso omissivo tra loro. Si pensi ai prelievi incostituzionali a titolo di spending review, all´ indecoroso D.M. 55/2014, alla "degiurisdizionalizzazione" senza giuristi, alla Legge Professionale n. 247/2012 senza un confronto serio con la base.

I nostri "rappresentanti" continuano ad arroccarsi in un silenzio ingiustificato dinanzi agli attacchi e alle proteste in corso, non senza preoccupanti ricadute sulla funzione costituzionale della professione e, quindi, sulla tutela dei diritti degli assistiti. Tra le criticità da risolvere rientra, senza alcun dubbio, la questione previdenziale. Prendendo atto, tutti, del fatto che l´obbligatorietà della contribuzione è un precetto costituzionale inviolabile, gli Avvocati chiedono di volervi adempiere, ma secondo criteri di equità e di giustizia e con reali garanzie di controprestazione.

Pertanto, il gruppo di studio di Previdenza Forense, di cui faccio parte, diretto dall´ Avv. Paolo Rosa (ex Presidente di Cassa Forense, esperto di previdenza, finanza e scienze attuariali, iscritto all´Albo da 43 anni), ha ritenuto di voler contribuire alla stesura della Riforma Previdenziale Forense, predisponendo un Manifesto programmatico, strutturale, organico, da qualificarsi come una piattaforma comune a tutte le forze insorgenti, espressamente invitate a sostenerlo, anche ipotizzando la costituzione di un Comitato Scientifico tra associazioni e gruppi convergenti.

Il Manifesto è già stato presentato all´Assemblea degli iscritti di Nola ed ha già ricevuto il sostegno dell´ associazione forense "Azione Forense", guidato dall´ Avv. Luigi Maria Vitali.

Trattasi di linee guida finalizzate a sviluppare un sistema che possa assicurare agli iscritti effettiva tutela dei diritti assistenziali e previdenziali, mediante il riconoscimento della natura tributaria dei contributi previdenziali, la rigorosa applicazione dei principi costituzionali vigenti, l´individuazione di strumenti per l´aumento delle risorse economiche e la modifica radicale dell´ attuale regolamento contributi, dichiaratamente utilizzato per ottenere uno sfoltimento illegittimo degli Albi, facendo leva sulla capacità reddituale degli obbligati, e non già recependo i criteri meritocratici richiesti dalla legge stessa (L.P. art. 1 co. 1 e art. 21 co. 1).

Avv. Daniela Nazzaro

MANIFESTO PROGRAMMATICO DI RIFORMA DELLA PREVIDENZA FORENSE

LA PREMESSA

A. LE FONTI DEL DIRITTO TRIBUTARIO

La classificazione delle fonti del diritto tributario ricalca quella classica della gerarchia delle fonti in generale. Avremo quindi, in una ipotetica "scaletta", la Costituzione, la legge ordinaria, il decreto legislativo, il decreto legge, la legge regionale, nonché le fonti secondarie quali regolamenti e decreti ministeriali.

- LA COSTITUZIONE Nel nostro sistema, fonte primaria del diritto tributario è, ovviamente, la COSTITUZIONE, la quale sancisce i principi cui il legislatore deve necessariamente attenersi nell´emanazione di norma fiscali.

Tali PRINCIPI sono: a) la riserva di legge (art. 23): "nessuna prestazione personale o patrimoniale può essere imposta se non in base alla legge"; b) la capacità contributiva (art. 53), secondo il quale ogni soggetto è tenuto all´adempimento della prestazione in ragione della sua capacità contributiva; c) l´universalità dell´imposta (art. 53), per il quale "tutti sono tenuti a concorrere alle spese pubbliche in ragione della loro capacità contributiva"; d) la progressività del sistema tributario (art. 53), principio programmatico, attuabile in concreto mediante varie forme (progressività per detrazione, per classi, per scaglioni, progressività continua); e) l´uguaglianza (relativa) dell´onere tributario (art. 3), secondo il quale l´onere fiscale deve essere suddiviso fra tutti i soggetti d´imposta in proporzione della propria capacità contributiva; f) l´inabrogabilità delle norme tributarie a mezzo referendum (art. 75); g) l´impossibilità di introdurre nuovi tributi con la legge di approvazione del bilancio (art. 81). h) la sussidierietà della legge regionale (art. 119). - LO STATUTO DEL CONTRIBUENTE «I principi generali dell´ordinamento tributario» sono suscettibili di essere derogati o modificati solo con legge ordinaria e mai da leggi speciali (art. 1, L. n. 212/2000)

- IL DIRITTTO COMUNITARIO I Regolamenti hanno portata generale, sono obbligatori e sono direttamente applicabili in ciascuno stato membro senza necessità di ratifica; le Direttive vincolano invece gli stati quanto al fine da perseguire lasciando agli stessi un certo grado di discrezionalità per quanto riguarda la ratifica, in questo caso necessaria.

B. LA NORMATIVA PREVIDENZIALE FORENSE

- LA LEGGE PROFESSIONALE n. 247/2012 Art. 1 co. 1 lett. d) «La presente legge... favorisce l´ingresso alla professione di Avvocato e l´accesso alla stessa, in particolare alle giovani generazioni, con criteri di valorizzazione del MERITO. Art. 21 co. 1 Le modalità di accertamento dell´esercizio effettivo, continuativo, abituale e prevalente della professione, le eccezioni consentite e le modalita´ per la reiscrizione sono disciplinate con regolamento adottato ai sensi dell´articolo 1 e con le modalita´ nello stesso stabilite, CON ESCLUSIONE DI OGNI RIFERIMENTO AL REDDITO PROFESSIONALE".

- IL D.LGS n. 509/94 concernente la "trasformazione in persone giuridiche private di enti gestori di forme obbligatorie di previdenza e assistenza".. "a condizione che non usufruiscano di finanziamenti pubblici o altri ausili pubblici di carattere finanziario" (art. 1). La norma disciplina la gestione economico-finanziaria (art. 2) e i poteri degli organi di Vigilanza (art. 3).

C. LA DOTTRINA La dottrina si esprime in prevalenza nel senso della natura di imposta dei contributi previdenziali (Persiani, 235; Rossi, in Tr. Res. 1986, 709; Levi Sandri, 272), abbandonando la risalente concezione dei contributi come salario previdenziale (F. Santoro-Passarelli, 180).

D. LA GIURISPRUDENZA

- CASSAZIONE III PENALE n. 20845 del 25 maggio 2011. La Corte ha rilevato che in tema di omesso versamento delle ritenute previdenziali, la giurisprudenza di legittimità ha escluso ogni rilevanza dello stato di dissesto dell´impresa. "Lo stato di dissesto dell´imprenditore, il quale prosegua ciononostante nell´attività d´impresa senza adempiere all´obbligo previdenziale e neppure a quello retributivo, non elimina il carattere di illiceità penale dell´omesso versamento dei contributi. Infatti i contributi non costituiscono parte integrante del salario ma un tributo, in quanto tale da pagare sempre e in ogni caso, indipendentemente dalle vicende finanziarie dell´azienda. Ciò trova la sua "ratio" nelle finalità, costituzionalmente garantite, cui risultano preordinati i versamenti contributivi e anzitutto la necessità che siano assicurati i benefici assistenziali e previdenziali a favore dei lavoratori. Ne consegue che la commisurazione del contributo alla retribuzione deve essere considerata un mero criterio di calcolo per la quantificazione del contributo stesso" (cfr. Cass. penale III 11962/1999).

LA RIFORMA

In base all´ art. 2 dello STATUTO CF deve assicurare a tutti gli Avvocati che abbiano esercitato la professione con continuità e ai loro superstiti un trattamento previdenziale in attuazione dello art. 38 della Costituzione. Oggi per motivi demografici, reddituali e di sostenibilità di lungo periodo si impone una riforma strutturale dell´ attuale assetto informata ai seguenti:

PRINCIPI

1) abolizione della contribuzione minima , sia soggettiva che integrativa : la contribuzione va informata ai principi di progressività e proporzionalità rispetto al reddito , modulata secondo scaglioni;

2) va esercitata la opzione al sistema di calcolo contributivo della pensione, equo e solidale, in pro rata, con armonizzazione equa con il pregresso;

3) esenzione totale per i redditi al di sotto della soglia di povertà;

4) inserimento, accanto alla pensione minima, della pensione sociale forense, pari al minimo inps (501,89 euro);

5) liquidazione di tutte le prestazioni assistenziali con rigorosa applicazione del criterio nazionale ISEE;

6) cancellazione del ruolo esattoriale per tutti gli iscritti, previa rinegoziazione, mediante predisposizione di piani di rientro INDIVIDUALI del debito contributivo, con priorità di recupero rispetto ai GRANDI DEBITORI (oltre i 100.000 euro);

7) va previsto un regime di incompatibilità tra la erogazione della pensione e la permanenza negli Albi, in alternativa inserire un tetto tra pensione e reddito da professione, secondo i principi della sentenza 124/2017 della Corte Costituzionale;

8) indicazione di un limite in percentuale agli investimenti, finalizzato a vincolare il patrimonio al raggiungimento dello scopo assistenziale e previdenziale (si potrebbe ipotizzare un massimo del 30 % del patrimonio, in analogia con i fondi pensione sottoposti alla medesima vigilanza COVIP);

9) per essere eletti delegati sono necessari requisiti di professionalità nelle materie previdenziale o finanziaria (fonti dlgs 231/01 - TUF - DM 79/2007);

10) riduzione del numero dei delegati e dei costi di gestione;

11) pubblicazione di tutte le delibere e delle rendicontazioni;

12) la rappresentanza, attiva e passiva, spetta ad ogni iscritto ;

13) promuovere l´ azione di recupero (o compensazione) delle somme prelevate a titolo di spending review (Corte Cost. 7/2017);

14) va avviato, nel lungo periodo , un processo di armonizzazione tra le Casse esistenti, per la creazione di sinergie che dovrebbero portare ad una UNICA CASSA di previdenza e assistenza per i professionisti italiani.

IL COMITATO SCIENTIFICO

Il tutto sostenuto da rigorosi studi attuariali, proiettando dati reali e non attesi ed ipotizzando la formazione di un Comitato Scientifico tra associazioni e gruppi convergenti.

GRUPPO "PREVIDENZA FORENSE" (diretto dall´Avv. Paolo Rosa) ___________________________________

Precisazioni[modifica | modifica sorgente]

Daniela Nazzaro con Paolo Rosa e altre 87 persone.

28 luglio alle ore 20:06

MANIFESTO: CHIARIMENTI A FAVORE DELLA TESI SULLA PERMANENZA IN C.F. AGGIORNAMENTI.

A. La Relazione al Parlamento della Corte di Conti 2017 sulla gestione dell'Istituto (esercizio 2015) offre già una prima valida motivazione a sostegno della tesi sulla permanenza in C.F. :

- punto 6. della parte introduttiva : "gli aggregati più significativi delle gestioni amministrate dall’Inps evidenziano, come già rappresentato, un aumento delle contribuzioni non sufficiente a compensare l’incremento delle prestazioni istituzionali che incidono negativamente sugli equilibri della quasi totalità delle gestioni. I due maggiori fondi, Fondo pensioni lavoratori dipendenti (Fpld) ed ex Inpdap, contribuiscono, rispettivamente, per –8,8 md e per -4,4 md al risultato economico generale, rimanendo, invece, inalterato l’apporto positivo di contenimento del disavanzo dei parasubordinati (7,56 md) e delle prestazioni temporanee (2,69 md);

- par. 10.8 sulla gestione separata parasubordinati : " Le contribuzioni accertate aumentano di 342 ml (dai 7,66 md del 2014 a 8,01 md) per effetto dell’aumento dell’aliquota al 30,72 per cento, per i liberi professionisti e collaboratori non assicurati presso altre forme pensionistiche obbligatorie e al 23,50 per cento, per i soggetti titolari di pensione (diretta e indiretta), nonché per effetto delle campagne per l’accertamento di nuovi contribuenti (operazione Poseidone).. A livello sistemico, la gestione continua - insieme alla Gpt -, a svolgere il ruolo di finanziatore dei fabbisogni finanziari delle gestioni deficitarie.. A fronte di ciò, è da sottolineare come le prestazioni medie erogate siano, per importo, tra le più basse del sistema.. Saranno da valutare gli impatti sulla gestione, derivante non solo dalla riduzione della platea dei soggetti iscritti, ma anche dalle recenti innovazioni apportate dalla legge di bilancio per il 2017 in materia di aliquote contributive" [ abbassamento al 25%].

B. La circolare Inps n. 21 del 31.01.2017 conferma che le aliquote dovute per la contribuzione alla Gestione Separata per l’anno 2017 sono fissate come segue:

1. Liberi Professionisti

- Per i non assicurati presso altre forme pensionistiche obbligatorie il 25,72% - Per i titolari di pensione o provvisti di altra tutela pensionistica obbligatoria 24%

2. Collaboratori e figure assimilate - Per i non assicurati presso altre forme pensionistiche obbligatorie 32,72% - Per i titolari di pensione o provvisti di altra tutela pensionistica obbligatoria 24 %.

Il quadro Inps generale (punto 6) e quello relativo alle elevate aliquote della GS ed alla distrazione delle risorse della GS utilizzate a vantaggio delle gestioni deficitarie (par. 10.8 e punto B.) suggeriscono, responsabilmente, di optare per la permanenza in Cassa Forense e di respingere le tesi di quanti vedrebbero nella confluenza in Inps una tutela dei sottosoglia (assicurata, in verità, solo con la pensione sociale forense introdotta nel nostro Manifesto) ed una fantomatica cancellazione del debito latente, ignorando che, in questo modo, gli iscritti perderebbero tutta la contribuzione versata (in ogni caso l'Inps e i Governi sono interessati ad acquisire solo il nostro patrimonio, e non il nostro debito).

C. Per tali prime ragioni, di natura tecnica, il nostro Manifesto sostiene la tesi della permanenza in C.F., ma con l'impegno, da parte di tutti gli iscritti, di migliorarla. Da qualche anno stiamo partecipando ed organizzando iniziative di protesta contro l'attuale sistema di C.F., attraverso manifestazioni di piazza e contestazioni di regolamenti, delibere, investimenti, progetti di Welfare Attivo, PMI e bandi vari. La protesta dovrà continuare anche l'anno prossimo, in sede di elezioni per il rinnovo del Comitato dei Delegati di CF. Emerge, a tal proposito, un'ulteriore ragione, di opportunità politica e gestionale, a sostegno della nostra tesi sulla permanenza in C.F.: l'esercizio del diritto di VOTO DIRETTO è un POTERE (ove libero e informato) che non avremmo in alcun altro sistema previdenziale, né in Inps, né nei Fondi Pensione , né nelle Compagnie Assicurative. Un Potere che, pertanto, siamo chiamati ad esercitare in massa, stimolando la partecipazione degli astensionisti e di quei 120 mila in sofferenza ed individuando i Colleghi tra noi tecnicamente più preparati in materia previdenziale, o assistenziale, o finanziaria, o manageriale o attuariale, capaci di gestire un patrimonio di ben 10 miliardi di euro e orientati a farlo con l'unico obiettivo di assicurare la tutela dei diritti assistenziali e previdenziali degli iscritti. Chi sbaglia va a casa dopo 4 anni e non dopo 40 anni ! Questo patrimonio è nostro, è il frutto esclusivo del nostro lavoro, costruito senza mai ricevere aiuti né dallo Stato né dall'Inps, per cui va protetto da soggetti, esterni ed interni, che vorrebbero o potrebbero utilizzarlo per scopi diversi da quelli che la Fondazione CF deve perseguire. Con questa VISIONE il nostro Manifesto ha voluto elaborare le Linee Guida della Riforma, fissando i seguenti principi: abolizione dei minimi, contribuzione proporzionale al reddito e progressiva secondo scaglioni modulati, calcolo contributivo pro rata equo e solidale, esenzione per i redditi sotto la soglia di povertà, pensione minima e pensione sociale forense, criterio ISEE nell'erogazione delle prestazioni assistenziali; ed individuando le seguenti coperture: incompatibilità tra pensione e reddito, riduzione di costi e consulenze, recupero crediti presso grandi debitori e a titolo di spending review , limite agli investimenti. Con una gestione lungimirante e qualificata, C.F. può ancora rappresentare una risorsa per l' Avvocatura.

D. Infine, gli aggiornamenti. Al Convegno presso il Palazzo di Giustizia di Milano del 03.10.2017 i posti sono già esauriti! L'articolo sul Manifesto pubblicato da AvvocatiRandoGurrieri ha già registrato, in soli 4 giorni di fine luglio, ben 12.000 visualizzazioni. Inoltre, in data odierna, ho trasmesso a mezzo pec il Manifesto all' O.C.F., rappresentando quanto sin qui svolto e chiedendo la costituzione di un Gruppo di Lavoro, ex artt. 2 e 5 del Regolamento O.C.F.

In attesa di sviluppi e riscontri.. buone vacanze !

Avv. Daniela Nazzaro, Gruppo PREVIDENZA FORENSE Associazione AZIONE FORENSE

Mi piace Commenta Condividi 2 Angela La Marca e 1 altra persona Commenti Mario Paolo Rossi Mario Paolo Rossi Il punto di forza dell'INPS sulla ripartizione di risorse tra le gestioni che ovviamente sono strutturalmente in squilibrio come lo sono tutte le Casse dei professionisti viene fatto passare per il punto debole. Incredibile....Altro...

Firma questa petizione: "Chiudiamo le Casse di Previdenza dei Professionisti" Se vuoi veramente dare una mano a questa causa:… FIRMIAMO.IT Mi piace · Rispondi · Rimuovi anteprima · 1 · Ieri alle 12:48 Gestire Daniela Nazzaro Daniela Nazzaro Lo afferma la Corte. Il punto di forza dell'Inps e' certamente utillizzare le risorse e i sacrifici della Gestione Separata x finanziare le gestioni deficitarie ( pensionati -8 miliardi e inpdap - 4 miliardi). E a fronte di questo sacrificio ( le aliqu...Altro... Mi piace · Rispondi · 11 h Rimuovi Vanna Renella Vanna Renella E gia ' e I suggeritori occulti. Mi piace · Rispondi · 8 h Rimuovi Mario Paolo Rossi

Scrivi una risposta... Scegli file Mario Paolo Rossi Mario Paolo Rossi Le aliquote del Fondo Lavoratori Dipendenti sono ormai tutte equivalenti a tutti gli altri fondi. La convergenza delle gestioni è nella riforma Dini che è dichiarata riforma fondamentale economico sociale della Repubblica Mi piace · Rispondi · 10 h Gestire Mario Paolo Rossi Mario Paolo Rossi Solo le Casse vogliono evitare la convergenza, a discapito di equità e adeguatezza. Mi piace · Rispondi · 10 h Gestire Mario Paolo Rossi Mario Paolo Rossi Le prestazioni della GS sono basse perché la gestione è giovane e chi va in pensione non ha maturato la anzianità perché non ha fatto in tempo, ma il metodo di calcolo è lo stesso di tutti gli altri. Mi piace · Rispondi · 10 h · Modificato Gestire Daniela Nazzaro Daniela Nazzaro La domanda e' : Chi ci guadagna dalla confluenza di Cassa Forense in Inps ? Tu , Ingegnere, cosa ci guadagni? Mi piace · Rispondi · 10 h Rimuovi Mario Paolo Rossi Mario Paolo Rossi Tutte le Casse devono essere incorporate in INPS, non CF Mi piace · Rispondi · 10 h Gestire Mario Paolo Rossi Mario Paolo Rossi Anche Inarcassa Mi piace · Rispondi · 10 h Gestire Mario Paolo Rossi Mario Paolo Rossi I vantaggi sono enormi per tutti i professionisti: Mi piace · Rispondi · 10 h Gestire Mario Paolo Rossi Mario Paolo Rossi Economie di scala, già oggi ad es. Inarcassa si appoggia ad INPS per importanti funzioni Mi piace · Rispondi · 10 h Gestire Mario Paolo Rossi Mario Paolo Rossi Superamento degli spezzoni di carriera per chi nella sua carriera passa da una gestione all'altra, tutelando i precari che ormai sono la maggioranza dei nuovi contratti Mi piace · Rispondi · 10 h Gestire Mario Paolo Rossi Mario Paolo Rossi Non più il lavoratore che insegue le istituzioni ma il contrario Mi piace · Rispondi · 10 h Gestire Mario Paolo Rossi Mario Paolo Rossi Eliminazione della maggiore fonte di vessazione ossia del patrimonio che non coprendo presumibilmente il 100% delle obbligazioni, viene usato dal lato della spesa per finanziare le pensioni paghi 1 e prendi 8 Mi piace · Rispondi · 10 h Gestire Mario Paolo Rossi Mario Paolo Rossi Solo chi è in malafede può far credere che i gestori del patrimonio fanno questi miracoli Mi piace · Rispondi · 10 h Gestire Mario Paolo Rossi Mario Paolo Rossi Eliminazione della gestione illegittima del patrimonio, non è ammesso andare in borsa con le omposte Mi piace · Rispondi · 10 h Gestire Daniela Nazzaro Daniela Nazzaro Limita le tue riflessioni ad Inarcassa. La nostra professione ha incompatibilità nell'esercizio della nostra professione che voi non avete, una deontologia differente e la copertura costituzionale. Altrimenti dovrai rispondere alla mia domanda. Cosa ci guadagni tu con la tua ingerenza nella nostra politica forense ? Mi piace · Rispondi · 10 h Rimuovi Vanna Renella Vanna Renella E tu che ci guadagni a,farti I giri di valzer da Rid a Nad e ora questa ultima trovata e che ti hanno promesso ora? Mi piace · Rispondi · 4 h · Modificato Rimuovi Mario Paolo Rossi

Scrivi una risposta... Scegli file Mario Paolo Rossi Mario Paolo Rossi La copertura costituzionale non è per gli avvocati soltanto, è proprio questa idea di corporazione delle varie professioni che ha portato alla loro fine Mi piace · Rispondi · 10 h Gestire Mario Paolo Rossi Mario Paolo Rossi Il guadagno è come cittadino in quanto vengono eliminate le lobby finanziarie che invece tu tuteli Mi piace · Rispondi · 10 h Gestire Mario Paolo Rossi Mario Paolo Rossi La ingerenza è vostra nel momento in cui Luciano dichiara che i contributi non sono imposte Mi piace · Rispondi · 10 h Gestire Mario Paolo Rossi Mario Paolo Rossi Se bonificate le vostre istituzioni e rientrate nel dettato costituzionale finiscono le ingerenze Mi piace · Rispondi · 10 h Gestire Mario Paolo Rossi Mario Paolo Rossi Contro tutti gli altri cittadini Mi piace · Rispondi · 10 h Gestire Mario Paolo Rossi Mario Paolo Rossi Quando lei parla dell'INPS come cosa altra che appartiene allo stato lei parla contro la costituzione visto che i professionisti contribuiscono ad integrarla Mi piace · Rispondi · 10 h Gestire Mario Paolo Rossi Mario Paolo Rossi Dimenticavo che è lei che fa mobbing contro i suoi colleghi quando ignora che le Casse non hanno integrazioni dallo stato, cosa illegittima come ribadito in un recente convegno Mi piace · Rispondi · 1 · 10 h Gestire Mario Paolo Rossi Mario Paolo Rossi Ma lei la sa quale è il tasso di sostituzione delle Casse? La metà di GS INPS Mi piace · Rispondi · 1 · 10 h Gestire Mario Paolo Rossi Mario Paolo Rossi Vanna Renella Ulisse Io Mi piace · Rispondi · 10 h Gestire Mario Paolo Rossi Mario Paolo Rossi Gabriella Filippone Beppe Rinaldi Mi piace · Rispondi · 10 h Gestire Mario Paolo Rossi Mario Paolo Rossi Giuseppe Brandi Tommaso Notaristefano Pietro Notarangelo Mi piace · Rispondi · 10 h Gestire Ulisse Io Ulisse Io le differenziazioni - discriminazioni - oramai non si contano. vedi esempio quelle nei confronti di chi e' nel regime dei minimi ma ad un tempo risucchiato nella cassa. uno stato papa', che ha una previdenza obbligatoria, quella di primo pilastro, differenziata; come dire che ci sono figli e figliastri... Mi piace · Rispondi · 10 h Rimuovi Mario Paolo Rossi Mario Paolo Rossi Il conflitto sociale è endocorporativo, triste vedere che i coetanei si fanno la guerra Mi piace · Rispondi · 1 · 10 h Gestire Ulisse Io Ulisse Io i coetanei possono anche smettere quando vogliono di farsi la guerra, e portare papa' (stato sociale) in un centro di recupero; basta seguire le prescrizioni che sono nella Carta (fondativa), null'altro... Mi piace · Rispondi · 1 · 9 h Rimuovi Ulisse Io Ulisse Io perche qui il problema,prima che vantaggi e svantaggi - e gli avvocati per primi dovrebbero rinnegare e scacciare il privilegio -e' avere una previdenza di primo pilastro uguale per tutti Mi piace · Rispondi · 9 h · Modificato Rimuovi Mario Paolo Rossi Mario Paolo Rossi E a me mi viene a dire " cosa ci guadagni tu con la tua ingerenza nella politica forense" quando con il termine politica forense è come se dice che con essa deve tutelare gli avvocati a discapito degli altri Mi piace · Rispondi · 9 h Gestire Ulisse Io Ulisse Io "tutelare gli avvocati a discapito degli altri" la negazione della funzione! Mi piace · Rispondi · 1 · 9 h Rimuovi Mario Paolo Rossi Mario Paolo Rossi È la conclusione del libbrone, l'Italia non ha una élite che pensa al bene comune, ma solo ai fatti propri, ci manca che lo mettono in Costituzione Mi piace · Rispondi · 1 · 9 h Gestire Mario Paolo Rossi Mario Paolo Rossi È la spoliazione legale dichiarata. Live. Mai si era visto in modo così chiaro. Mi piace · Rispondi · 9 h Gestire Mario Paolo Rossi Mario Paolo Rossi Mettendoci la faccia Mi piace · Rispondi · 9 h Gestire Ulisse Io Ulisse Io giusto.pero' per gli espertoni, meglio dirgli "bene pubblico" cosi' capiscono ancora meglio le loro porcate. bene comune va ancora bene in certe occasioni e per la massa insieme a noi ignoranti; ma a loro meglio precisare. anche perche' non sono stupidi, ma solamente asserviti al proprio interesse e quello di chi li "instrada " Mi piace · Rispondi · 1 · 9 h Rimuovi Vanna Renella Vanna Renella Ma scusate non vi rendete del papiello ,che nemmeno loro sanno spiegare ,copiano e scopiazzano per cercare di accreditarsi! Mi piace · Rispondi · 1 · 8 h Rimuovi Daniela Nazzaro Daniela Nazzaro Mario Paolo Rossi 1. La copertura è l'art. 24 Cost. e non lo richiamo come motivo di superiorità rispetto alle altre categorie di professionisti, ma perchè comporta per noi sacrifici e doveri stringenti che ci impongono di onorare il mandato anche in ...Altro... Nessun testo alternativo automatico disponibile. Mi piace · Rispondi · 8 h Rimuovi Mario Paolo Rossi Mario Paolo Rossi Ma tutto quello che contesto ricade solo ed esclusivamente nel p.to che ho contestato Mi piace · Rispondi · 8 h Gestire Mario Paolo Rossi

Scrivi una risposta... Scegli file Vanna Renella Vanna Renella Lo dice la Corte dei conti ,si tricerano dietro I giudici,avvocati mediocri che si trincerano dietro I giudici! Mi piace · Rispondi · 8 h Rimuovi Vanna Renella Vanna Renella Perche'non fanno gli avvocati ,io sto lavorando e questi tengo tempo di fare I copia e incolla!Ma non li calcolate ,date importanza che non hanno!Fanno parte della stessa schiera degli altri in competizione per mettersi in lista all'arrembaggio delle poltrone di Cassa!Lo dichiarano per cui! Mi piace · Rispondi · 8 h · Modificato Rimuovi Vanna Renella Vanna Renella Il manifesto se lo legge mio nipotino si fa grasse risate,il modello Isee cosa centra con I professionisti a parole tue ,senza copiare I papielli! Mi piace · Rispondi · 8 h · Modificato Rimuovi Vanna Renella Vanna Renella Il nostro patrimonio!Mario Paolo Rossi ma li leggi?Da quando in qua e' nostro? Mi piace · Rispondi · 8 h Rimuovi Vanna Renella Vanna Renella E cosi che mirano tutti a far credere che il patrimonio delle casse sia una garanzia facendo passare la storiella che il.patrimonio sia degli iscritti.Quel patrimonio e' in mano alle elite e non.in mano agli iscritti che non.hanno potere di scegliere nulla e che con il.vostro manifesto state tutelando! Mi piace · Rispondi · 8 h · Modificato Rimuovi Mario Paolo Rossi Mario Paolo Rossi Veramente, come tasso di copertura, CF è una di quelle messe peggio. Rosa lo ha detto 1000 volte che il funding ratio di CF è basso. Mi piace · Rispondi · 8 h Gestire Mario Paolo Rossi Mario Paolo Rossi I precedenti 13 punti poi si scontrano con le risorse che non ci sono Mi piace · Rispondi · 2 · 8 h Gestire Mario Paolo Rossi Mario Paolo Rossi Lo avete scritto anche nel vostro manifesto che il patrimonio non è vostro. Mi piace · Rispondi · 8 h · Modificato Gestire Mario Paolo Rossi Mario Paolo Rossi Trovo irresponsabile da parte dell'avv. Paolo Rosa, non spiegare questi semplici concetti ai suoi colleghi Mi piace · Rispondi · 7 h Gestire Daniela Nazzaro Daniela Nazzaro Da 1 a 5 le misure, da 6 a 10 (+ 13) le coperture. Non si tratta di leggere, ma di capire. Ora spiegalo ai penalisti (candidati) che accusano i lavoristi (non candidati) di copiare e cercare le poltrone. Mi piace · Rispondi · 7 h Rimuovi Daniela Nazzaro Daniela Nazzaro Nessun testo alternativo automatico disponibile. Mi piace · Rispondi · 7 h Rimuovi Mario Paolo Rossi Mario Paolo Rossi Ripeto, il punto 14 annulla la bontà dei primi 13 ed in questo sta la grandezza dell'avv. Rosa, che ha saputo congegnare una proposta appetibile per chi non comprende i dettagli Mi piace · Rispondi · 7 h · Modificato Gestire Daniela Nazzaro Daniela Nazzaro Rileggi , è l'ultimo punto , limitato all'armonizzazione normativa e spostato "nel lungo periodo". Non può influenzare i 13 punti. Ti sei incartato. Mi piace · Rispondi · 4 h · Modificato Rimuovi Mario Paolo Rossi Mario Paolo Rossi Eccetto, nel lungo periodo tutto il debito pensionistico non coperto dai contributi è stato erogato, chiudi la stalla dopo che i buoi sono scappati Mi piace · Rispondi · 6 h Gestire Mario Paolo Rossi Mario Paolo Rossi C'è anche una importante ragione economica e politica nella gestione del patrimonio, che va risolta in breve Mi piace · Rispondi · 6 h Gestire Mario Paolo Rossi Mario Paolo Rossi Io mi sono incartato con le casse che si sono riformate nel 2010, 2012, stanno in una crisi pazzesca e la proposta che fate non risolve nulla? Mi piace · Rispondi · 6 h · Modificato Gestire Vanna Renella Vanna Renella Risolve solo avvicendarsi alle cariche e sto leggendo mentre guido!senza andare nello specifico!Mario Paolo Rossi bisogna sfatare il mito del patrimonio delle Casse e soprattutto l'altra menzogna che entrando Inps si prederebbero I contributi versati a Cassa e la cavolata stratosferica che Il patrimonio delle Casse e' degli iscritti !Questa e' la piu' grossa di tutte. Mi piace · Rispondi · 1 · 6 h · Modificato Rimuovi Mario Paolo Rossi Mario Paolo Rossi A questo punto è chiaro il fine di Previdenza forense, ma è un fine illegittimo come la spoliazione legale che persegue. Mi piace · Rispondi · 6 h Gestire Vanna Renella Vanna Renella Azione Forense 😉 Mi piace · Rispondi · 6 h Rimuovi Vanna Renella Vanna Renella Il fine lo hanno detto avvicendarsi nelle poltrone ,capeggiati dal loro mentore!Senza che cambiera' nulla !Senza sostenibilita e adeguatezza delle prestazioni,come lo risolvono il problema!Ne vedi traccia ,qual'e' la proposta tenerci le Casse ? Mi piace · Rispondi · 1 · 6 h · Modificato Rimuovi Daniela Nazzaro Daniela Nazzaro Quindi Mario Paolo Rossi se eliminiamo il punto 14 (che è già un punto eventuale , differito e limitato all' armonizzazione normativa tra le Casse ) tu, a quel punto, sosterrai in pieno il Manifesto giusto ? Sono seria . Nessun testo alternativo automatico disponibile. Mi piace · Rispondi · 1 · 6 h Rimuovi Mario Paolo Rossi Mario Paolo Rossi Per sicurezza dovrei rileggerlo con calma Mi piace · Rispondi · 5 h Gestire Daniela Nazzaro Daniela Nazzaro Fino ad allora abbi la decenza di tacere Mi piace · Rispondi · 1 · 5 h Rimuovi Visualizza altre risposte Mario Paolo Rossi

Scrivi una risposta... Scegli file Mario Paolo Rossi Mario Paolo Rossi Quando c'è la incorporazione in INPS, che l'INPS non vuole per ovvi motivi di debito da accollarsi, tutto il resto deve venire di conseguenza Mi piace · Rispondi · 6 h Gestire Mario Paolo Rossi Mario Paolo Rossi Ad es. Il metodo di calcolo contributivo va rivisto, come spiegava Corigliano. Mi piace · Rispondi · 1 · 6 h Gestire Mario Paolo Rossi Mario Paolo Rossi Ma anche l'IVA per armonizzare la contribuzione senza aumentare il cuneo fiscale Mi piace · Rispondi · 6 h Gestire Mario Paolo Rossi Mario Paolo Rossi La bontà della proposta la capirete nel tempo Mi piace · Rispondi · 5 h Gestire Paolo Rosa Paolo Rosa amici miei MPR e Vanna, voi volete distruggere noi proviamo a salvare il salvabile ma nel panorama globale siete rimasti soli...forse studiando ci arriverete !! ma voi sapete gia' tutto e quindi tempo perduto !! Mi piace · Rispondi · 3 h Rimuovi Paolo Rosa Paolo Rosa mala tempora currunt !! Mi piace · Rispondi · 3 h Rimuovi Mario Paolo Rossi Mario Paolo Rossi Il 97% dei contributi è già raccolto dall'inps, il 3% da 19 enti Mi piace · Rispondi · 3 h Gestire Mario Paolo Rossi Mario Paolo Rossi Prima erano 21 Mi piace · Rispondi · 3 h Gestire Vanna Renella Vanna Renella Voi volete salvare le elite della CASSA , questo è la realtà !! E salvare il sistema cosi com'è ! Questa è la cosa tragica ! Mi piace · Rispondi · 3 h Rimuovi Mario Paolo Rossi Mario Paolo Rossi 19 poltronifici Mi piace · Rispondi · 2 · 3 h Gestire Vanna Renella Vanna Renella Che ci siano colleghi che siano pro CASSA Forense , quando si dovrebbe prenderla d'assalto emandare tutti a calci nel sedere ! Mi piace · Rispondi · 3 h · Modificato Rimuovi Mario Paolo Rossi Mario Paolo Rossi Anche Treu ha dichiarato che le Casse costano troppo Mi piace · Rispondi · 2 h Gestire Vanna Renella Vanna Renella Parli per lei a Napoli il mio intervento e stato trasfuso in mozione delle delibera ed è stata votata , e nessuno mi seguirebbe? Ho avuto complimenti da tutti, e senza avere al clack dietro . invece seguono lei perchè è un ex pres di CASSA e ha creato il gruppo di fantocci da manipolare ? Mi piace · Rispondi · 2 h · Modificato Rimuovi Paolo Rosa Paolo Rosa MPR scrive che lo INPS non ci vuole ed ha ragione stavolta perche' a fronte di un patrimonio di 76 miliardi vi è un debito tre volte piu' grande e allora Vanna che fai ? rinunci ai contributi che hai versato sin qui ? deciditi perche' questo è il prezzo da pagare !! Mi piace · Rispondi · 2 h Rimuovi Paolo Rosa Paolo Rosa due piu' due fa quattro e non otto !! Mi piace · Rispondi · 2 h Rimuovi Mario Paolo Rossi Mario Paolo Rossi Io non contesto la scelta, basta che sia chiaro il progetto di saccheggio programmato e da chi è voluto Mi piace · Rispondi · 2 h Gestire Paolo Rosa Paolo Rosa DECIDETE CHE COSA VOLETE FARE DA grandi Mi piace · Rispondi · 2 h Rimuovi Vanna Renella Vanna Renella Io non verso i contributivo, faccio scippero contributivo. ho ricorso , non faccio come gli altri che lo hanno dichiarato e ora sono Pro CASSA! Coerenza zero !! Mi piace · Rispondi · 2 h · Modificato Rimuovi Mario Paolo Rossi Mario Paolo Rossi Lo ho detto, non voglio fare la figura da imbecille Mi piace · Rispondi · 2 h Gestire Vanna Renella Vanna Renella Di certo non faremo i fantocci di un associazione civetta come Azione -forense !!Civetta con lo scopo di essere di supporto alla CASSA ! Mi piace · Rispondi · 2 h · Modificato Rimuovi Mario Paolo Rossi Mario Paolo Rossi Poi che il 99% voterà per voi, è scontato, ma rientra in un altro ragionamento Mi piace · Rispondi · 2 h Gestire Paolo Rosa Paolo Rosa le riforme si fanno con il consenso altrimenti sono esercizi sterili Mi piace · Rispondi · 2 h Rimuovi Paolo Rosa Paolo Rosa COMINCIAMO CON IL CAMBIAMENTO DELLO INTERO MANAGEMENT sul quale penso ci troveremo d'accordo Mi piace · Rispondi · 2 h Rimuovi Vanna Renella Vanna Renella e lei dove ha il consenso ?Il consenso non si costruisce sull'autorevolezza ma sul campo ! Mi piace · Rispondi · 2 h Rimuovi Paolo Rosa Paolo Rosa delegati giovani capaci Mi piace · Rispondi · 2 h Rimuovi Vanna Renella Vanna Renella no non mi interessa il management , perchè inon lo riconosco proprio il sistema, non ricosco gente che prende per il fondelli gli iscritti ! Mi piace · Rispondi · 2 · 2 h Rimuovi Paolo Rosa Paolo Rosa Vanna io sto sul campo da prima che tu nascessi !! Mi piace · Rispondi · 2 h Rimuovi Vanna Renella Vanna Renella e per questo stiamo dove stiamo avete rovinato il nostro futuro ed io non lo accetterò mai !! A partire dal regolamento dell'art. 21 della l, 247/2012 Che ha reso coattiva lìiscrizione a CASSA, il primo obbiettivo sarà cancellare quello. Nessuno può decidere per me il mio destino e soprattutto , le vecchie guardi di un' avvocatura che ha voluto tutelare i suoi interessi e non quelle delel nuove generazioni ! Mi piace · Rispondi · 1 · 2 h · Modificato Rimuovi Paolo Rosa Paolo Rosa tutti gli avvocati debbono avere CF di riferimento...si tratta di riorganizzare il sistema alla luce dei nuovi numeri e reaLTà Mi piace · Rispondi · 2 h Rimuovi Paolo Rosa Paolo Rosa BUON DIVERTIMENTO !! Mi piace · Rispondi · 2 h Rimuovi Vanna Renella Vanna Renella no si tratta di abolire quel regolamento, e tutti son d'accordi su questo , poichè la libertà di sclelta è conteplata in tutti i paesi europei !éPer cui non sarò difficile convicere tutti di questo! Mi piace · Rispondi · 2 h · Modificato Rimuovi Paolo Rosa Paolo Rosa sulla previdenza di primo pilatro la UE non puo' dire nulla restando materia affidata ai singoli stati Mi piace · Rispondi · 2 h Rimuovi Paolo Rosa Paolo Rosa dovete studiare e poi ancora studiare altrimenti infilate errori su errori Mi piace · Rispondi · 2 h Rimuovi Vanna Renella Vanna Renella le parole e i proclami servono a far propaganda , eliminare un regolamento ed un articolo è cosa molto più semolice ! Io ho letto cose sue che mi fanno sorridere e mi mchiedevo se lei non studi troppo e non abbia senso pratico !! Cosa centra il modello ISEE con i professionisti? Mi piace · Rispondi · 1 · 2 h Rimuovi Paolo Rosa Paolo Rosa lezioni a Te che sei in bonis SOLO A PAGAMENTO !! dimostri di non avere le basi previdenziali per discutere !! studia Vanna e solo dopo ci potremo confrontare !! Mi piace · Rispondi · 2 h Rimuovi Vanna Renella Vanna Renella Cosa c'entra la pensione sociale che è un offesa alla mai dignita di professionista !! Mi date l'impressione che non avete passato nemmeno un 'ora nelle aule del tribunale, stare finedno di distruggere la categoria e la dignità dell professione , scimiottando il pubblico per trasferirlo in una gestione privata! Mi piace · Rispondi · 1 · 2 h Rimuovi Vanna Renella Vanna Renella Se queste stupidaggini avete prodotto, ne so molto più di voi , sapendone meno ! Mi piace · Rispondi · 1 · 2 h Rimuovi Paolo Rosa Paolo Rosa RIPETO BUON DIVERTIMENTO ! Mi piace · Rispondi · 2 h Rimuovi Paolo Rosa Paolo Rosa INTELLIGENTI PAUCA !! Mi piace · Rispondi · 2 h Rimuovi Vanna Renella Vanna Renella buon divertimento a voi , che fino ad ora ci avete, anzi ci ha solo fatto sorridere !PErchè lei non ha in gruppo di lavoro ,è un gruppo fantoccio dove a dirigere i fili è un ex del managemet di CASSA FORENSE , una garanzia per LE CASSA e non per gli iscirtti che la subiscono CASSA !C'è un tempo per fare un passo indietro , purtroppo molto non capiscono mai quando è errivato il momento giusto ! Mi piace · Rispondi · 1 · 2 h · Modificato Rimuovi Vanna Renella Vanna Renella Gli avvocati, proprio in virtu della funzione sociale, dovrebbero rifiutare ogni privilegio, e non fare calcoli spiccioli sul cosa convenga loro, come state facedo voi che vi i preparate null'altro che ad occupare poltrone, dovreste batterivi per una...Altro... Mi piace · Rispondi · 2 · 2 h · Modificato Rimuovi Paolo Rosa Paolo Rosa mamma leprotta nel film "bambi" diceva al suo piccolo e vispo leprotto "QUANDO NON SI HA NULLA DA DIRE E' MOLTO MEGLIO STARSENE ZITTI " Mi piace · Rispondi · 2 h Rimuovi Vanna Renella Vanna Renella lo dicevano pure i fasci che censuravano gli oppositori al sistema! Mi piace · Rispondi · 2 h Rimuovi Vanna Renella Vanna Renella E lo stesso che consiiglieri ai camerieri e alle cameriere di cui si circonda ! Mi piace · Rispondi · 1 · 2 h Rimuovi Paolo Rosa Paolo Rosa quando si passa dal dialogo alle contumelie...il dialogo finisce !! Mi piace · Rispondi · 2 h Rimuovi Mario Paolo Rossi Mario Paolo Rossi Veramente ho riletto i tuoi interventi e servono solo a provocare, come ho spiegato nel libbrone. Mi piace · Rispondi · 2 h Gestire Mario Paolo Rossi Mario Paolo Rossi Il dialogo non è neanche iniziato Mi piace · Rispondi · 1 · 2 h Gestire Paolo Rosa Paolo Rosa la maleducazione pero' si ! Mi piace · Rispondi · 2 h Rimuovi Vanna Renella Vanna Renella mi ha dato dell'ignorante e le contumelie sarebbero degli altri ,e fanno tutti cosi , si dicono affesi, dopo averne dette di cotte e di crude !! Per la serie fai come dico io , ma non fare come faccio io! MAh! Mi piace · Rispondi · 2 h · Modificato Rimuovi Paolo Rosa Paolo Rosa io ho invitato allo studio che è cosa diversa ma non mi sognerei mai di definirla una cameriera e MPR un cameriere con tutto il rispetto per questa categoria di lavoratori !! Mi piace · Rispondi · 2 h Rimuovi Paolo Rosa Paolo Rosa si possono avere idee diametralmente diverse ma la educazione non deve mai venire meno ! Mi piace · Rispondi · 2 h Rimuovi Vanna Renella Vanna Renella io sono molto diretta e dico sempre la verità! Mia deformazione ! Mi piace · Rispondi · 2 h Rimuovi Paolo Rosa Paolo Rosa ma perche' dire che io mi circondo di cameriere e camerieri ? Mi piace · Rispondi · 2 h Rimuovi Paolo Rosa Paolo Rosa significa essere diretti questo ? significa dire la verità ? Mi piace · Rispondi · 2 h Rimuovi Paolo Rosa Paolo Rosa 2 a 0 e palla al centro !! Mi piace · Rispondi · 2 h Rimuovi Mario Paolo Rossi Mario Paolo Rossi 55 a zero https://firmiamo.it/chiudiamo-le-casse-di-previdenza-dei...

Firma questa petizione: "Chiudiamo le Casse di Previdenza dei Professionisti" Se vuoi veramente dare una mano a questa causa:… FIRMIAMO.IT Mi piace · Rispondi · Rimuovi anteprima · 1 h Gestire Mario Paolo Rossi Mario Paolo Rossi Presto la petizione sulla tua proposta, per contare gli in...teressati Mi piace · Rispondi · 59 min Gestire Mario Paolo Rossi Mario Paolo Rossi Ma tu hai firmato? Mi piace · Rispondi · 58 min Gestire Vanna Renella Vanna Renella ha firmato devi dargliele atto e lo ringrazio ! Mi piace · Rispondi · 58 min Rimuovi Mario Paolo Rossi Mario Paolo Rossi Ma ho sempre detto che i numeri non fanno la bontà della proposta Mi piace · Rispondi · 56 min Gestire Mario Paolo Rossi Mario Paolo Rossi Per me sono 55 eroi, vista la proposta assolutamente non convenzionale Mi piace · Rispondi · 55 min Gestire Ulisse Io Ulisse Io se la bonta' dipendesse dai numeri ricordate che i più hanno liberato barabba; e che pochi mariuoli furboni tengono i Popoli in catene @_@ Mi piace · Rispondi · 2 · 53 min Rimuovi Paolo Rosa Paolo Rosa L'immagine può contenere: disegno