Il conflitto pensionistico/Sistema pensionistico italiano

Da const.

< Indice >

< prec > < succ >

< 4 - Storia pensionistica italiana >

Il sistema pensionistico italiano attua gli interventi di previdenza e assistenza previsti nell'art. art. 38 della Costituzione.

L' art. 1886 del C.C. prevede che le assicurazioni sociali sono disciplinate da leggi speciali che sono quelle che regolano il sistema pensionistico.

Il sistema pensionistico è quindi diviso nel sistema pensionistico pubblico in Italia attuato da enti previdenziali che gestiscono le assicurazioni sociali obbligatorie e nel sistema pensionistico privato che fornisce prestazioni previdenziali integrative o complementari a quanto previsto dal sistema pensionistico pubblico.

I tre pilastri della previdenza sociale in Italia[modifica | modifica sorgente]

In Italia, volendo seguire la classificazione della World Bank sono presenti solo il primo, il terzo ed il quarto pilastro della previdenza.

Il pilastro 0 con l'eliminazione della pensione minima prevede delle prestazioni basate sulla prova dei mezzi ossia l'assegno sociale.

Il pilastro 2 in Italia non è stato implementato.

Sistema pensionistico pubblico (previdenza di primo pilastro)[modifica | modifica sorgente]

Il sistema pensionistico pubblico in Italia è regolato fondamentalmente dalla riforma Dini negli artt. 1, 2 e 3 ed ultimamente modificato dalla riforma delle pensioni Fornero.

Le assicurazioni sociali obbligatorie sono regolate da leggi speciali e gestite dallo Stato attraverso enti previdenziali, come previsto dall'art. 38 della Costituzione "Ai compiti previsti in questo articolo provvedono organi ed istituti predisposti o integrati dallo Stato."

Il sistema pensionistico pubblico è finanziato con l'imposizione fiscale. Il sistema pensionistico pubblico italiano è gestito come nella maggior parte dei paesi OCSE ed è quindi un sistema pensionistico senza patrimonio di previdenza con le prestazioni previdenziali determinate con uno schema pensionistico con formula della rendita predefinita.

  • Previdenza statale
  • Assicurazione: sociale a carico dello Stato
  • Partecipazione: obbligatoria
  • Rischi assicurati:
    • per situazioni al termine o con la sospensione del rapporto di lavoro:
    • per i rischi o eventi durante l'attività lavorativa:
      • assicurazione sociale per l'invalidità;
      • assicurazione sociale per l'inabilità;
      • assicurazione sociale per i superstiti;
      • assicurazione sociale per la maternità;
      • assicurazione sociale vita;
      • assicurazione sociale per gli infortuni sul lavoro.


Sistema pensionistico privato obbligatorio (previdenza di secondo pilastro)[modifica | modifica sorgente]

Il sistema pensionistico privato obbligatorio in Italia non è stato implementato, quindi non esiste in Italia la previdenza di secondo pilastro come classificata dalla World Bank.

Sistema pensionistico privato volontario (previdenza di terzo pilastro)[modifica | modifica sorgente]

È il sistema pensionistico privato volontario fully funded costituito dai fondi pensione regolati fondamentalmente dal D.Lgs. n. 252/2005.

Le assicurazioni sociali regolate da leggi speciali e gestite da società private costituite secondo le medesime leggi speciali, sono dette terzo pilastro della previdenza; correntemente sono gestite dai fondi pensione che realizzano una previdenza complementare alle assicurazioni sociali obbligatorie gestite da pubbliche amministrazioni.

Il sistema privato è gestito nel rispetto del principio della capitalizzazione integrale fully funded.

  • Previdenza professionale privata
  • Assicurazione: sociale a carico dei partecipanti
  • Partecipazione: volontaria
  • Rischi assicurati:
    • assicurazione sociale per la vecchiaia;
    • assicurazione sociale per i superstiti (su base volontaria).
  • Società o enti di gestione: fondo pensione|Fondi pensione
  • Finanziamento: versamenti del partecipante o del datore di lavoro secondo regole prestabilite
  • Prestazioni: Pensione complementare sotto forma di rendita
  • Modalità di gestione: secondo il principio della capitalizzazione integrale con patrimonio di previdenza
  • Importo delle prestazioni:

Previdenza integrativa (previdenza di quarto pilastro)[modifica | modifica sorgente]

La previdenza integrativa che non è regolata da leggi speciali ma dalle regole previste dal Capo XX del C.C. è chiamata previdenza di quarto pilastro, quindi questo tipo previdenza è di tipo assicurativo e il rapporto giuridico è quello di una corrente assicurazione regolata dal Codice Civile come per tutti i tipi di assicurazioni. Il sistema di gestione è a capitalizzazione. Anche l'utilizzo di altri strumenti finanziari mobiliari o meno rientra nella previdenza di quarto pilastro.

  • Previdenza privata
  • Assicurazione: normale e individuale o altri tipi di prodotti finanziari
  • Partecipazione: volontaria
  • Contempla:
    • Polizze vita
    • Previdenza professionale privata Fondi di investimento
  • Previdenza professionale privata* Depositi vincolati
  • Previdenza professionale privata* Altre forme di risparmio gestito


Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

< Indice >