La riforma delle pensioni Fornero/Comma 6

Da const.

< Indice >

< prec > < succ >

Comma 6 - pensioni A.G.O. requisiti anagrafici per ottenere la pensione[modifica]

Testo della norma Comma 6


Sintesi della norma

A) Requisiti anagrafici per le lavoratrici dipendenti iscritte all'AGO per accedere al pensionamento

decorrenza età minima
dal 1/1/2012 62 anni
dal 1/1/2014 63 anni e 6 mesi
dal 1/1/2016 65 anni
dal 1/1/2018 66 anni

B) Requisiti anagrafici per le lavoratrici autonome iscritte all'AGO per accedere al pensionamento e per le lavoratrici gestione separata di cui all'articolo 2, comma 26, della legge 8 agosto 1995, n. 335.

decorrenza età minima
dal 1/1/2012 63 anni e 6 mesi
dal 1/1/2014 64 anni e 6 mesi
dal 1/1/2016 65 anni e 6 mesi
dal 1/1/2018 66 anni


C) Requisiti per i lavoratori dipendenti e per le lavoratrici dipendenti di cui all'articolo 22-ter, comma 1, del decreto-legge 1º luglio 2009, n. 78

decorrenza età minima
dal 1/1/2012 66 anni

D) Requisiti per i lavoratori autonomi la cui pensione e' liquidata a carico dell'assicurazione generale obbligatoria, nonché della gestione separata di cui all'articolo 2, comma 26, della legge 8 agosto 1995, n. 335

decorrenza età minima
dal 1/1/2012 66 anni


Commento della norma

Per le lavoratrici che prima della riforma andavano in pensione a 60 anni, con la riforma si ha:

chi avrebbe maturato il requisito nel 2012 si vedrà posticipato il pensionamento di 5 anni al 2017 con 65 anni e 6 mesi di età per il pensionamento di vecchiaia;

chi avrebbe maturato il requisito nel 2013 si vedrà posticipato il pensionamento di 6 anni al 2019 con 66 anni di età per il pensionamento di vecchiaia;

I lavoratori hanno un anno di aumento dell'età per il pensionamento di vecchiaia a decorrere dal 2012.

Con la riforma delle pensioni Fornero si è sensibilmente aumentata la età per il pensionamento di vecchiaia delle lavoratrici con la sostanziale parificazione tra uomini e donne, per chi non aveva maturato il requisito, già a partire dal 2012.

Tale allungamento dell'età per il pensionamento di vecchiaia ha sensibilmente ridotto i costi delle pensioni delle lavoratrici.

L’età pensionabile delle donne prima della riforma Fornero.