Ordinanza CSR 9-2016/Art. 3 agg. 2

    Da const.

    Ordinanza_CSR_9-2016

    <prec> <succ>

    Art. 3 agg. 1

    Art. 3 Soggetti legittimati.

    In vigore dal 15/04/2017

    Modificato da: Ordinanza del 09/01/2017 n. 12 Articolo 7

    Modificato da: Ordinanza del 15/04/2017 n. 20 Articolo 3 comma 3

    Nota: Per l'applicazione delle disposizioni contenute nel presente articolo vedasi l'art. 9, commi 1 e 2 ordinanza 9 gennio 2017 n. 12.

    1. Agli interventi di delocalizzazione di cui all'art. 1, comma 2, possono procedere i soggetti privati, persone fisiche o giuridiche, che risultino titolari di imprese industriali, artigianali, commerciali, di servizi, turistiche, agricole o agrituristiche in essere alla data degli eventi sismici di cui all'art. 1, con sede ubicata, a tale data, in edifici, detenuti a qualsiasi titolo, risultati gravemente danneggiati o distrutti.

    Limitatamente agli interventi di cui all'art. 1, comma 2, lettere a) e b), possono procedere gli stessi soggetti, titolari di imprese industriali, artigianali, commerciali, di servizi, turistiche, agricole o agrituristiche in essere alla data degli eventi sismici di cui all'art. 1, con sede ubicata, a tale data, in edifici risultati inagibili e danneggiati ai sensi dell'ordinanza 4 del 17 novembre 2016.

    2. La delocalizzazione di cui all'art. 1, comma 2, lettera a), puo' altresi' essere effettuata dai comuni di cui all'art. 1 in relazione a edifici in loro proprieta' o disponibilita', adibiti a depositi, magazzini od officine a servizio di attivita' economiche gestite dall'amministrazione comunale, che si trovino nelle condizioni di cui al precedente comma 1, in modo da rendere necessario il trasferimento di macchinari e attrezzature in essi contenuti in altro immobile sito nello stesso comune.

    3. Nelle ipotesi di cui al comma 2 del presente articolo, gli edifici presi in locazione dai comuni potranno essere impiegati anche per il deposito temporaneo di mobili e suppellettili di soggetti privati sgomberati dalle proprie abitazioni, secondo le modalita' e procedure che saranno stabilite con successiva ordinanza del Commissario straordinario.

    4. Per la delocalizzazione temporanea attuata con le modalita' di cui alle lettere a) e b) del comma 2 dell'art. 1, i soggetti legittimati possono provvedere alla stipula dei contratti di locazione, al relativo trasloco e/o alla fornitura ed installazione delle strutture provvisorie, previa autorizzazione e percependo il successivo rimborso ai sensi dell'art. 3, comma 7, del decreto-legge n. 205 del 2016 secondo le modalita' e le procedure stabilite dai successivi articoli 8 e 9.

    5. Per la delocalizzazione temporanea attuata con le modalita' di cui alla lettera c) del comma 2 dell'art. 1, i soggetti legittimati possono provvedere al trasloco presso la struttura predisposta dalla Regione, previa autorizzazione e percependo il successivo rimborso ai sensi dell'art. 3, comma 7, del decreto-legge n. 205 del 2016 secondo le modalita' e le procedure stabilite dai successivi articoli 8 e 9.

    6. Per la delocalizzazione temporanea attuata con le modalita' di cui alla lettera d) del comma 2 dell'art. 1, i soggetti legittimati possono provvedere alla realizzazione a proprie spese della struttura provvisoria ed al relativo trasloco, previa autorizzazione e percependo il successivo rimborso ai sensi dell'art. 3, comma 7, del decreto-legge n. 205 del 2016 secondo le modalita' e le procedure stabilite dai successivi articoli 8 e 9.

    Hashtag[modifica | modifica sorgente]

    Normativa sulla crisi sismica dal 24 agosto 2016, Terremoto, Decreto terremoto, Terremoto Centro Italia, Ricostruzione Terremoto 2016, Ordinanze, Terremoto, Marche, Umbria, Lazio, Abruzzo

    Sisma 2016-2017, Terremoto Centro Italia 2016-2017, Ordinanze Terremoto 2016