Reclutamento universitario

Da const.

< Indice >

< prec > < succ >

< 7 - Segmentazione legale >


Il reclutamento universitario è il punto di inizio della spoliazione legale, ossia ll'inizio della formazione degli imbecillocrati che dovranno contribuire alla costruzione della verità funzionale alle élite di potere nella gestione del modello sociale della spoliazione legale con il regime imbecillocratico.


Documenti[modifica | modifica sorgente]

20191004[modifica | modifica sorgente]

Il Fatto Quotidiano: Ingegnere a Zurigo. “In Italia gli assegni di ricerca erano un ‘premio’ per le mie idee, ma…. https://www.ilfattoquotidiano.it/2019/10/04/ingegnere-a-zurigo-in-italia-gli-assegni-di-ricerca-erano-un-premio-per-le-mie-idee-ma-i-meriti-li-prendevano-altri/5488051/

20190921[modifica | modifica sorgente]

https://www.trasparenzaemerito.org/post/ferguson-ricercatori-sotto-il-controllo-della-politica-scienza-con-l-ossessione-delle-citazioni


20190920[modifica | modifica sorgente]

Scandaloso appello di alcuni rettori: "I ricercatori ce li scegliamo noi". Ah sì ma veramente, e come senza concorso pubblico?

Cari amici/amiche, mentre il politologo e docente americano Ferguson lancia un'accusa forte all'accademia italiana parlando di "Ricercatori sotto il controllo della politica, scienza con l'ossessione delle citazioni" ( https://www.trasparenzaemerito.org/post/ferguson-ricercatori-sotto-il-controllo-della-politica-scienza-con-l-ossessione-delle-citazioni ) è in atto oggi in Italia un attacco indiscriminato e virulento contro l’università e il concorso pubblico. Oggi è stato pubblicato su la Repubblica (ed. Milano) in un articolo dal titolo "Ricerca, l'appello dei rettori: scegliamo noi i ricercatori", un vergognoso appello lanciato dai rettori di tre università milanesi (Statale, Bicocca e Politecnico, università al centro di alcuni concorsi viziati da gravi irregolarità che abbiamo segnalato in più di una occasione sul sito dell'associazione), nel quale chiedono di rivedere le modalità di reclutamento universitario e nel quale riecheggiano frasi di questo tenore: "tocca a noi scegliere privilegiando le nostre esigenze, "basta con i concorsi malati", "si scelgano le persone e non dei numeri", “i meccanismi della cooptazione come quelli che vengono usati all'estero”, “superare i vincoli”, “non possiamo pensare di gestire le università come altre realtà della pubblica amministrazione”. Come capite è iniziato da qualche tempo un evidente scandaloso attacco all'università pubblica, un fuoco di fila, prima sulle pagine del Il Sole 24 ORE da parte di alcuni docenti che chiedevano la legalizzazione della cooptazione, adesso con ancora più veemenza niente meno che da parte dei rettori che vorrebbero essere svincolati dalla legge, dal concorso trasparente e meritocratico, e poter scegliere sulla base di esigenze personali. In poche parole i rettori vogliono usare soldi pubblici a fini personali (o di loro amici) senza passare però attraverso le regole della pubblica amministrazione. Una follia. Rendiamo pubblico attraverso i nostri canali questo vergognoso appello in modo tale che chiunque creda in una università veramente fondata sulla trasparenza e sul merito si opponga con tutte le sue forze a questo tentativo di imbavagliare il sistema di reclutamento universitario, già di per sé lontano dal premiare la scientificità e il rigore morale della sua classe docente. Se prevalessero le richieste di questi rettori e di altri docenti di una parte del mondo accademico sarebbe la fine e il disastro più totale per l'università pubblica italiana. Una sola parola da parte dell'Associazione contro questo scempio, per chi crede nella possibilità che siano garantite a tutti, costituzionalmente, le opportunità di avere accesso all'università attraverso una pubblica procedura di valutazione, con regole precise che non possono essere eliminate né aggirate, come purtroppo accade oggi in tanti troppi concorsi degli atenei italiani: resistere! Trasparenza e Merito. L'Università che vogliamo https://www.trasparenzaemerito.org/post/scandaloso-appello-di-alcuni-rettori-i-ricercatori-ce-li-scegliamo-noi-senza-concorso

ante[modifica | modifica sorgente]

https://www.linkiesta.it/it/blog-post/2018/01/11/vi-racconto-il-reclutamento-alluniversita-dalla-nascita-dello-stato-it/26455/


https://www.blogsicilia.it/palermo/bufera-sui-nuovi-direttori-dei-beni-culturali-dopo-politica-e-burocrazia-piovono-le-critiche-tecniche/488556/?refresh_ce


https://www.trasparenzaemerito.org/notizie/il-caso-del-cardiologo-prof-de-luca-anche-uni-piemonte-orientale-agisce-al-di-fuori-delle-regole


La notizia che deve far riflettere è che il 90% degli assegnisti di ricerca viene espulso dal sistema universitario.Due considerazioni a margine. Gli assegnisti non sono affatto i primi arrivati, ma di solito hanno alle spalle un solido percorso di laurea, poi dottorato di ricerca, e spesso 5 o 6 anni di assegno di ricerca, quindi espellerli così al 90% dall'università come accade oggi è la dimostrazione di un sistema che non funziona e che spreca per anni risorse pubbliche, perché queste persone uscite dall'ambito accademico in età avanzata, molto difficilmente troveranno lavoro perché carenti di formazione professionale. L'altro aspetto che vorrei sottolineare è che quel ridotto 10% (ma il numero mi sembra addirittura stimato in termini ottimistici, secondo i nostri calcoli quel numero reale è perfino più basso) entra di ruolo grazie a metodi di cooptazione e di raccomandazione con concorsi per ricercatore che sono tutto tranne che fondati sul merito e sulla trasparenza ma che sono invece sartoriali e predeterminati. Una ulteriore ragione - questi dati statistici - per proseguire con coraggio e determinazione la battaglia portata avanti da Trasparenza e Merito. L'Università che vogliamo per cambiare radicalmente il sistema di reclutamento dell'università italiana.


https://www.avvenire.it/attualita/pagine/ricercatori-il-90-5-sara-espulso-dall-universita https://www.trasparenzaemerito.org/notizie/veronese-e-il-ricorso-al-tar-contro-uni-padova-settore-medicina-retromarcia-dell-ateneo


https://www.trasparenzaemerito.org/notizie/il-verminaio-dei-concorsi-all-universit%C3%A0-e-nei-policlinici-quasi-tutti-gi%C3%A0-predeterminati


https://www.trasparenzaemerito.org/notizie/la-giurisdizione-italiana-si-è-fermata-alle-porte-del-miur-vero-dott-livon

http://ricerca.gelocal.it/lanuovasardegna/archivio/lanuovasardegna/1999/06/08/SK107.html


https://www.controcampus.it/2007/01/le-iene-scoprono-il-nepotismo/


https://www.trasparenzaemerito.org/notizie/sulla-lotta-al-baronato-e-l-ufficio-di-giarrusso-il-ministro-bussetti-non-lo-so-mi-informerò

https://www.trasparenzaemerito.org/notizie/censored-l-ateneo-di-firenze-inserisce-il-sito-di-trasparenza-e-merito-nella-sua-black-list


https://www.trasparenzaemerito.org/notizie/washington-post-e-la-lezione-americana-le-nostre-universit%C3%A0-sono-corrotte

7 - Segmentazione legale

< Indice >