Rischio di spoliazione legale

Da const.
Versione del 18 nov 2018 alle 16:17 di Paolo C (discussione | contributi) (Creata pagina con "<!--{{capitolo |Libro=Il conflitto pensionistico |NomeLibro=Il conflitto pensionistico |CapitoloPrecedente=Principio della discriminazione monetaria |NomePaginaCapitoloPrecede...")
(diff) ← Versione meno recente | Versione attuale (diff) | Versione più recente → (diff)

< Indice >

< prec > < succ >

< 5 - Glossario del conflitto >

Il rischio di spoliazione legale consiste nelle perdite economiche che un cittadino subisce in relazione alla applicazione di tecniche di spoliazione legale in un contesto legale nel quale partecipa obbligatoriamente o volontariamente.

Le perdite economiche possono essere ripetitive o una tantum a seconda del meccanismo di spoliazione legale.

Rischi ripetitivi[modifica | modifica sorgente]

  • Si partecipa ad un fondo pensione che ha i costi che superano il rendimento del patrimonio.

Rischi una tantum[modifica | modifica sorgente]

  • Si partecipa ad un fondo pensione che affitta il suo patrimonio immobiliare ad un locatario permettendo il subaffitto e i ricavi del subaffitto quadruplicano;
  • Si partecipa ad un fondo pensione e lo stesso investe in patrimonio immobiliare valutato il doppio del reale e subito svalutato dopo l'acquisto;
  • Si partecipa ad un fondo pensione che accetta polizze fidejussorie di società senza adeguata capacità finanziaria;


< Indice >