Scienze

Da const.
Versione del 7 ott 2019 alle 19:12 di Paolo C (discussione | contributi)
(diff) ← Versione meno recente | Versione attuale (diff) | Versione più recente → (diff)

< Indice >

< prec > < succ >

< 0 - Premessa >


http://vonmises.it/2013/03/25/la-pretesa-di-sapere-discorso-di-accettazione-del-nobel-di-friedrich-hayek/

Le scienze sono le un sistema organizzato di conoscenza in uno specifico settore.[1]

Le scienze che studiano i fenomeni naturali, sono un sistema organizzato di conoscenze che, in alcuni casi possono essere descritti con modelli commensurabili che descrivono e predicono con le varie tolleranze, i fenomeni naturali.

I modelli commensurabili sono verificati con il metodo sperimentale.

Nelle scienze naturali o scienze commensurabili i modelli obbediscono alla legge della natura e, essendo immuni da interferenze dell'uomo sono denominate scienze assolute.

Le scienze umane o scienze morali, che comprendono la filosofia, la letteratura, la storia, l'arte, l'economia, la psicologia, la sociologia, scienze politiche, il diritto sono scienze incommensurabili in quanto non rispondono al metodo scientifico.

Queste sono discipline volontarie in quanto studiano i comportamenti e le esperienze legale alla volontà dell'uomo.

Il diritto, è una disciplina di obbedienza ai gruppi di potere attraverso le regole, gli usi e i costumi che elaborano essi per il controllo sociale.

La spoliazione legale è la modalità con cui si svolge il conflitto sociale legale e consiste nella elaborazione di regole per la realizzazione del saccheggio in modo scientifico, a vantaggio dei gruppi di potere.

In pratica, se l'economia è una scienza, il saccheggio legale è scientifico.

L'obbedienza alle leggi della scienza[modifica | modifica sorgente]

L'obbedienza è la conseguenza della diversa applicazione delle leggi della scienza.

Nelle scienze assolute si ha l'obbedienza alle leggi della natura che sono uguali per tutti ed immutabili nel tempo. Esse non fanno distinzione tra le persone, la legge dei vasi comunicanti o di gravità vale per tutti gli uomini allo stesso modo in ogni parte del mondo ed in ogni tempo.

Nel caso delle discipline volontarie le eventuali leggi che regolano i fenomeni sono sempre volontarie e regolano l'ordine sociale con l'obbedienza alle istituzioni.

Quando le istituzioni gestiscono regole illegittime esse diventano istituzioni di stalking sociale che servono alla gestione della spoliazione legale.

La truffa semantica[modifica | modifica sorgente]

La truffa semantica nel conflitto sociale legale è nell'utilizzare la terminologia delle scienze naturali nelle scienze umane ovvero dalle scienze commensurabili o dure a quelle incommensurabili o molli.

La legge nelle scienze assolute è immutabile e neutra per tutta l'umanità.

Una regola di comportamento è un fatto culturale mutevole nello spazio e nel tempo.

Chiamare scienza il diritto e legge le regole, fa credere all'imbecille indotto che una regola di comportamento sociale sia un fatto naturale e immutabile quando invece è il risultato del conflitto sociale legale ossia quanto di più artificioso e temporaneo si possa immaginare in quanto frutto di un equilibrio instabile.

La legge è la banalità del male[modifica | modifica sorgente]

" "Se Toninelli chiederà a Guardia costiera di non rispondere a Sos avrà mio totale sostegno"...L'adempimento di un dovere è una scriminante in base alla quale è esclusa la punibilità in caso di adempimento di un dovere imposto da una norma giuridica o da un ordine dell'autorità (art. 51 cod. pen.). Se un fatto costituente reato è commesso per ordine dell'autorità, del reato risponde il pubblico ufficiale che ha dato l'ordine; risponde altresì del reato chi ha eseguito l'ordine, salvo che per errore di fatto abbia creduto di obbedire ad un ordine legittimo. Non è punibile chi esegue l'ordine illegittimo quando la legge non gli consente alcun sindacato sulla legittimità dell'ordine."

Se si guarda al passato, la schiavitù, il razzismo, lo sterminio degli ebrei, il segregazionismo ecc. erano legali.

Nella descrizione del processo al nazista Eichmann nel libro La banalità del male ci si chiede come un funzionario abbia dichiarato di aver semplicemente obbedito alle leggi dello stato.

Nel caso delle leggi retroattive sulle pensioni si contesta la affidabilità delle leggi dello Stato.

Ma oggi contestiamo con la legge l'obbligo di disobbedienza ad un ordine illegittimo.

Se come è evidente la legge sulle baby pensioni è palesemente insostenibile e quindi ingiusta, è corretto invocare l'indecenza di fare affidamento ad una legge illegittima?

Quando una legge è di spoliazione legale è sempre illegittima e come tale, se si vuole un ordinamento moralmente accettabile, può essere cancellata in qualsiasi momento in quanto è illegittimo farvi affidamento.

La fonte delle leggi[modifica | modifica sorgente]

Nel caso di fenomeni naturali, la fonte delle leggi è la natura stessa e l'uomo ha il solo potere di svelarle attraverso le scienze assolute.

La gravità, la luce, i fluidi, hanno dei comportamenti che possono essere spiegati con dei modelli commensurabili.

Il terremoto ancora non ha un modello che ne permette la previsione e la sismologia è ancora una scienza commensurabile ma senza leggi fondate su modelli affidabili.

Nessuno si pone il problema di dire che il sisma non è prevedibile, anzi, il procurato allarme è reato.

Nelle discipline volontarie incommensurabili avviene il contrario.

Ad esempio, nella economia, si vogliono imporre la validità di "leggi" che dovrebbero descrivere il comportamento di milioni di uomini liberi di agire secondo la loro volontà e pensare che possano essere affidabili per il futuro quando le previsioni dei maggiori istituti sono regolarmente numeri da giocare al lotto.

L'affidamento nelle leggi dello Stato[modifica | modifica sorgente]

Una delle rivendicazioni più curiose nei cultori del diritto è l'affidabilità delle leggi dello Stato.

Se non ci fossero stati dei cittadini che avessero messo in dubbio l'affidabilità delle leggi dello Stato avremmo ancora le leggi razziali, l'aborto illegale, il divorzio illegale e molto altro.

Ma il codice degli appalti pubblici che appena pubblicato ha richiesto pagine e pagine di correzioni?

E le leggi sul sisma con decine di correzioni di correzioni?

La realtà è che i corsi di giurisprudenza ignorano la spoliazione legale quando ci dovrebbe essere un corso sulla spoliazione legale in abbinamento a diritto pubblico.

Nel paese dove è vietato il ricorso diretto di costituzionalità, quante regole sono inaffidabili?

La facoltà di giurisprudenza senza un corso sulla spoliazione legale[modifica | modifica sorgente]

Come possono esserci le facoltà di giurisprudenza senza un corso sulla spoliazione legale?

La spoliazione legale per il diritto è come la corrosione per l'acciaio o le infezioni ospedalieri per la medicina o l'errore grossolano in scienze statistiche.

Il potere della scienza assoluta[modifica | modifica sorgente]

Il potere della scienza assoluta deriva dal fatto che essa permette di conoscere quelli che possono essere gli effetti di un comportamento umano.

Dalle conoscenze della scienza si passa alle scienze applicate ossia alla tecnologia.

Metto insieme delle sostanze ed ottengo una esplosione o una guarigione.

Posso assemblare del materiale ed ottenere un mezzo di locomozione.

Quindi la scienza e lo scienziato sono credibili per definizione in quanto per definizione la scienza è considerata controllata e verificata.

Quindi abbiamo le leggi della scienza che sono incontestabili, dopo che sono state vagliate con il metodo scientifico.

Le leggi di una scienza assoluta, sono sinonimo di verità.

Fare lo scienziato significa andare alla scoperta di leggi sconosciute.

Leggi che una volta scoperte saranno applicate in eterno, almeno nel campo di validità accertato.

C'era un professore che diceva che la legge di Maxwell sarà la stessa tra diecimila anni, un politico tra qualche anno sarà dimenticato.

Mentre nel linguaggio corrente sono in uso locuzioni come "legge di mercato" o "legge della domanda e della offerta", nella disciplina economia si parla di modelli matematici di domanda e offerta. È sparito il termine legge.

La verità assoluta come principio fondamentale della scienza[modifica | modifica sorgente]

La verità assoluta è alla base della elaborazione delle leggi della scienza.

Per arrivare a ciò, gli scienziati si basano sul metodo scientifico.

Ci sono "scienze" che ammettono di usare metodologie quasi simili al metodo scientifico.

Ebbene, queste non sono scienze, sono discipline che sono al pari delle religioni.

Una serie di principi esposti come un atto di fede che sono un elenco di buone pratiche, ma che nulla hanno a che vedere con la verità scientifica.

La religione è una verità rivelata da una entità superiore, per chi ha fede, oppure dei precetti morali, possono essere studiate come una disciplina accademica, ed infatti abbiamo le facoltà di teologia, ma non abbiamo una verità figlia della natura e che si verifichi in termini assoluti, ossia quando avviene un fenomeno, con gli stessi risultati, partendo con delle specifiche condizioni.

Falsificabilità[modifica | modifica sorgente]

Le scienze sono un insieme di conoscenze relative ad un settore omogeneo.

Ma tutte le conoscenze organizzate, relative ad un settore omogeneo, sono scienza?

Se non sono scienza, cosa sono? Metafisica, religione, pseudoscienza?

Il marxismo, la psicologia, la musicologo, la letteratura, la filosofia, l'astrologia, la parapsicologia, il diritto, l'economia, la scienza delle finanze, le scienze politiche, sociali, delle comunicazioni, le scienze bibliometriche, sono scienza, come lascia intuire anche il nome o sono altro?

La domanda che ci dovremmo fare, prima di tutto è, perché i cultori di queste materie pretendono che le loro conoscenze siano classificate come una scienza?

Per il semplice motivo che scienza è sinonimo di verità, quindi affiancare a dei postulati senza possibilità di verifica, la patente di verità, significa aver trovato il modo di imporre la propria verità senza usare il potere della forza, ma facendo forza sulla ignoranza.

Così come in passato, il conflitto sociale si risolveva con l'uso della forza da parte di un gruppo di potere, di un monarca o di un dittatore, il conflitto sociale legale si risolve con l'uso della ignoranza istruita, ossia con l'imposizione della volontà di un gruppo di potere, attraverso l'imposizione di "soluzioni scientifiche" quando queste non lo sono.

Così come in passato, i saggi del tempo, hanno esercitato il potere facendo credere che il sole girava intorno alla terra, così oggi con le pseudoscienze, gli esperti ci illustrano le soluzioni ai nostri problemi grazie alle loro conoscenze pseudoscientifiche, al loro ipse dixit, manipolando le masse grazie ai mezzi di comunicazione, ai sistemi universitari corrotti, ai parlamenti che elaborano le leggi, alla magistratura che le impone, ai giornalisti che le commentano.

Il dipartimento scientifico degli avvocati[modifica | modifica sorgente]

http://www.movimentoforense.it/redazione/2019/04/13/operazione-poseidone-inps-cassa-forense-proposta-una-soluzione-onesta-ed-equa/

Premesso che come ho trattato da altre parti il caso in oggetto è frutto della assenza della politica (Corte di Cassazione Sentenza 11 gennaio 2019 n. 519), gli avvocati, ossia i cultori del conflitto sociale legale, ossia della trasposizione della politica nello ordinamento, si inventano una spiegazione scientifica delle loro ragioni.

Per chi avesse dubbi sul regime imbecillocratico, modello sociale della spoliazione legale.

Questo è il classico esempio di come senza la coltivazione degli imbecilli indotti le élite di potere sono finite, ma la costruzione della verità è fatta dallo stesso imbecille indotto.


0 - Premessa

< Indice >