Uno vale novantanove

Da const.
Jump to navigation Jump to search

< Indice >

< prec > < succ >

< Casi reali >

Uno vale novantanove è lo slogan usato per dire che l'uno percento della popolazione più ricca del mondo detiene il novantanove percento della ricchezza.La guerra di classe l'hanno stravinta i ricchi[1]

Nella premessa l'economista Susan George diceva che i ricchi hanno già vinto.

Ma come sono riusciti a vincere con la spoliazione legale?

Quello che si vuole evidenziare nel capitolo è che le leggi di spoliazione legale sono un infinitesimo di tutto il corpus legislativo ma quell'uno percento permette di trasferire il novantanove percento della ricchezza alle élite.

Capire le leggi di spoliazione legale[modifica | modifica sorgente]

L'uno percento delle leggi vale in novantanove percento della spoliazione legale[modifica | modifica sorgente]

Non tutte le leggi dell'ordinamento sono leggi di spoliazione legale anzi, la maggioranza assoluta di esse non lo sono affatto.

Solo una piccolissima parte delle leggi sono leggi di spoliazione legale.

Come già spiegato nella tecnica della spoliazione legale esse si caratterizzano per le modalità con cui sono state redatte ed approvate.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. Susan George, La guerra di classe l'hanno stravinta i ricchi, 10 febbraio 2014. URL consultato il 9 marzo 2016.
    «Il pericolo è che la gente, il 99 per cento di chi non detiene nulla, venga convinta dal restante 1 per cento dell’inutilità della politica. Prendiamo l’Unione europea. Credo nell’Unione e nell’euro, ma a patto che siano partecipate dai cittadini. Ormai l’85 per cento delle leggi in Paesi come Italia e Francia recepiscono le direttive della Commissione europea, un organismo non eletto democraticamente e influenzato dalle lobby. Ma gli europei non si ribellano, preferiscono astenersi dal voto. Così garantiscono lunga vita al sistema ingiusto che oggi è al potere.».

< 10 - Casi reali >

< Indice >